OCCASIONI per i visitatori:



-----> LINK UTILI <-----

La nostra PAGINA FACEBOOK
La mia pagina su PENSIERI e PAROLE.it
Il mio album su FLICKR

giovedì 24 novembre 2011

L'anello di congiunzione tra la scimmia e l'uomo civilizzato esiste: siamo noi

"L'anello di congiunzione tra la scimmia e l'uomo civilizzato esiste: siamo noi"

- Konrad Lorenz


Cercate su youtube o in giro su google e troverete decine di video sul maltrattamento di animali e nella fattispecie animali di allegamento quali galline, maiali e conigli.

Luca Zecca

Gli operatori del settore telecomunicazioni fanno cartello? Forse no! Se si vanno a spulciare le offerte infatti...

Telecomunicazioni... oggi gli operatori del mercato sono tanti... 

- Vodafone 

- Fastweb 

- Tim + Telecom 

- Wind + Infostrada 

- Operatori Vortuali 

Se si va a vedere la concorrenza è si spietata... abbonamenti mobili, casa, internet, adsl, smartphone e cellulari vari. 
I prezzi nel caso delle offerte per il fisso (sia voce che internet in adsl) sono spesso molto allineati. A quel punto bisogna cercare il punto a favore di una delle compagnie... e a quel punto posso tranquillamente dire che la compagnia che si differenzia dalle aptre è vodafone, che ragionevolmente offre un prodotto davvero differente rispetto agli altri concorrenti. 

lunedì 21 novembre 2011

Ecco come la Decolalizzazione ha distrutto il mercato

Buongiorno,

noi nella pretesa di vedere tutto in "grande" ci siamo dimenticati che le cose si possono vedere in "piccolo".

Prendiamo ad esempio l'economia della mia bella Valtellina...
se un agente per una compagnia di energia elettrica vende un contratto, prende una provvigione.

Tutte le compagnie di fornitura però sono di fuori Provincia e quindi tutti i soldi che si pagano finiscono fuori Provincia e lì sono spesi arricchendo quelle economie. Se quindi il contratto si firma con un agente della zona qualche soldo (quelli della provvigione) rimane in Provincia alimentando la nostra di economia. Deleterio è quindi firmare un contratto con un agente di fuori...

… allo stesso modo se per pochi euro di risparmio si comprano prodotti all'estero. Vero è che si risparmia qualche euro da spendere qui, ma al prezzo di mandare fuori dalla economia molti più soldi che saranno spesi altrove facendosi mancare nella nostra di economia.

Questo guardare in piccolo ci fa capire come piano piano acquistando fuori e delocalizzando abbiamo lasciato che la nostra economia si impoverisse facendoci del male e facendo del male ai nostri figli che di qualcosa un indomani dovranno pur vivere.

Buona giornata,
Luca Zecca

Se i vampiri di twilight fossero stati così nessuna ragazza si sarebbe appassionata alla serie

mercoledì 16 novembre 2011

Brevissimo saggio sulla pena di morte e la punizione corporale (e pena capitale)


La pena di morte è uno dei più antichi istituti giuridici conosciuti, delineato anche nel codice di Hammurabi del 3000 a.C. e sempre applicato da quasi tutte le civiltà fino alla nascita dei movimenti per i diritti civili nell'800 e oggi ancora applicato in diversi paesi del mondo (sia con regimi democratici che totalitari). Questo istituto era garanzia della pace sociale, in un'ottica di giustizia non votata alla riabilitazione del reo, ma alla punizione del reo davanti alla stessa comunità e alla sua soppressione; così che vi fosse un deterrente per gli altri cittadini nel commettere il reato sia assicurandosi che il colpevole non potesse reiterarlo. Dibattuta ancora oggi è la convenienza della pena capitale quale deterrente; a mio avviso, se da una parte é totalmente inefficace come deterrente verso tutti quei reati commessi per bisogno (il classico esempio del bambino che ruba per fame la mela al mercato qua ci fa intuire che qualunque sia la pena inflittagli per fame e dunque per stato di bisogno sempre tornerebbe a rubare) è invece sicuramente efficace verso tutti i reati dettati dall'ingordigia. Falsari che commettono reato per arricchirsi contro ogni misura, omicidi per gelosia/rancore e ladri che rubano perché più semplice e redditizio che trovarsi un lavoro che li porterebbe a faticare ogni giorno dall'alba al tramonto. Tutti costoro non avendo come contrappeso alla pena di morte un bisogno vitale, ma, di fatto, un "di più", ci penserebbero diverse volte prima di commettere un reato che li porterebbe alla pena di morte, quale l'assassino di un testimone di processo penale per omicidio (in diversi stati americani quali il Texas, reato punito con iniezione letale). O il classico "palo" della rapina, in Italia colpito quale complice della rapina e in caso di morte di qualcuno durante un'eventuale sparatoria, passibile di processo penale per "concorso in omicidio"; la stessa persona, nella stessa fattispecie di reato, in Texas verrebbe processata e punita allo stesso modo del rapinatore o dell'omicida per cui ha fatto il palo. Esso in un contesto cosi punitivo nei suoi confronti ancora avrebbe rapinato se lo faceva solo perché è un modo più semplice per trovare reato? La mia tesi è che in un paese con norme severe e che magari prevedono la pena capitale molti delinquenti e criminali avrebbero più a che pensare prima di commettere un reato. Eclatante, a tal proposito, è il caso dei falsari nella Roma Imperiale. Dalle cronache storiche infatti si evince che nei territori dell'Impero era quasi sconosciuto il fenomeno dei falsari di monete (a differenza dei tempi nostri), questo perché sui sesterzi e le altre monete era raffigurato l'Imperatore che aveva emesso la moneta; il falsario quindi nella sua opera doveva riprodurre l'effige dell'imperatore, e per questo, se imputato, non veniva accusato di "falso", ma bensì di "lesa maestà", reato punito con la crocefissione. In base a questo, non esistevano falsari, evidentemente perché un buon orafo che però per sua malignità avrebbe preferito arricchirsi più facilmente coniando false monete, mettendo sulla bilancia la crocefissione e la sua ingordigia, avrebbe scelto di soffocare la seconda piuttosto che saziarla per non rischiare la prima.

Luca Zecca

martedì 15 novembre 2011

Smascherata la bufala delle "FUNZIONI NASCOSTE" dei cellulari

Da un po di tempo sta girando un'EMAIL BUFALA su presunte funzioni nascoste del cellulare.

Sono tutte bufale! Già verificate su forum tecnici e da attivissimo sul suo blog QUI... diffidate quindi dal seguirle e dal fidarvi di tali consigli in caso di pericolo. (la più spassosa è sicuramente quella riguardante un fantomatico codice segreto per sbloccare una "riserva nascosta della batteria" nemmeno facesse da steroide!)

Ecco la mail incriminata:

" QUATTRO COSE CHE IL CELLULARE POTREBBE FARE
Ci sono alcune cose che possono essere fatte in caso di gravi emergenze.
Il cellulare può effettivamente essere un salvavita o un utile strumento per la sopravvivenza.
Controlla le cose che puoi fare.

PRIMO – Emergenza
Il numero di emergenza per il cellulare è il 112 in tutto il mondo. Se ti trovi fuori dalla zona di copertura della rete mobile e c’è un'emergenza, componi il 112 e il cellulare cercherà qualsiasi rete esistente per stabilire il numero di emergenza per te; è interessante sapere che questo numero 112 può essere chiamato anche se la tastiera è bloccata. Provalo.

SECONDO - Hai chiuso le chiavi in ​​macchina?
La tua auto ha l’apertura/chiusura con telecomando? Questa funzionalità può risultare utile un giorno. Una buona ragione per avere un telefono cellulare: se chiudi le chiavi in ​​auto e quelle di ricambio sono a casa, chiama qualcuno a casa sul cellulare dal tuo cellulare. Tenendo il tuo cellulare a circa 30 cm. dalla portiera, dì alla persona a casa di premere il pulsante di sblocco, tenendolo vicino al suo cellulare. La tua auto si aprirà. Così si evita che qualcuno debba portarti le chiavi. La distanza è ininfluente. Potresti essere a centinaia di km. e se è possibile raggiungere qualcuno che ha l'altro telecomando per la tua auto, è possibile sbloccare le porte (o il baule).
N.d.r.: funziona benissimo! Lo abbiamo provato e abbiamo aperto l’auto con un cellulare!

TERZO – Riserva nascosta della batteria
Immagina che la batteria del telefono sia molto bassa. Per attivare, premere i tasti *3370#
Il cellulare ripartirà con questa riserva e il display visualizzerà un aumento del 50% in batteria. Questa riserva sarà ripristinata alla prossima ricarica del tuo cellulare.

QUARTO - Come disattivare un telefono cellulare RUBATO?
Per controllare il numero di serie (Imei) del tuo cellulare, digita i caratteri *#06#
Un codice di 15 cifre apparirà sullo schermo. Questo numero è solo del tuo portatile. Annotalo e conservarlo in un luogo sicuro. Quando il telefono venisse rubato, è possibile telefonare al provider della rete e dare questo codice. Saranno quindi in grado di bloccare il tuo telefono e quindi, anche se il ladro cambia la scheda SIM, il telefono sarà totalmente inutile.  Probabilmente non recupererai il tuo telefono, ma almeno si sa che chi ha rubato non può né usarlo né venderlo. Se tutti lo faranno, non ci sarà motivo di rubare telefoni cellulari.

ATM - inversione numero PIN (buono a sapersi!)
Se dovessi mai essere costretto da un rapinatore a ritirare soldi da un bancomat, è possibile avvisare la polizia inserendo il PIN# in senso inverso. Per esempio, se il tuo numero di pin è 1234, dovresti digitare 4321. Il sistema ATM riconosce che il codice PIN è stato invertito rispetto alla carta bancomat inserita nella postazione ATM. La macchina ti darà il denaro richiesto, ma la polizia – all’insaputa del ladro – sarà mandata immediatamente alla postazione ATM.
Questa informazione è stata recentemente trasmessa su CTV da Crime Stoppers, tuttavia è raramente usata perché la gente semplicemente non la conosce.
Si prega di divulgare a tutti questo avvertimento.

Questo è il tipo di informazioni che la gente non pensa di ricevere, perciò trasmettila ai tuoi familiari e amici. "

@Tosevita

giovedì 10 novembre 2011

UBUNTU 11.10: Aggiungere applicazioni nella "LAUNCHER BAR" o "dash bar" di UBUNTU

Buongiorno,

ci sono un paio di cose che sono semplicissime da fare in ubuntu 11.10 ma che richiedono uno sforzo immane se non si coglie subito il trucchetto che le porta a compimento:

1_ la prima è aggiungere un'applicazione nella barra degli strumenti sulla sinistra:

farlo è semplicissimo; vi basterà avviare l'applicazione che vi interessa aggiungere, la sua icona comparirà nella barra a sinistra per poi sparire se la chiudete; per mantenerla lì, non dovrete fare altro che cliccare di destro sulla sua icona e nel menù a tendina selezionare "Mantieni nel launcher"... niente di più facile no? (per spostarla vi basterà tenerla premuta con il tasto sinistro del mouse e poi muoverla)

2_ la prima è togliere un fastidioso riquadro arancione semi trasparente che a volte appare lavorando sopra le finestre:

per rimuoverlo (non so che sia o a cosa serva) vi basterà tenere premuto con il tasto sinistro del mouse la barra applicazione (quella in alto con il titolo dell'applicazione che state usando e altre informazioni e muoverla non appena appare una manina... in questo modo il fastidioso rettangolo sparisce!


Se scopro ancora qualcosa che non trova soluzione googlando o nei forum lo aggiungerò, buon lavoro con linux (appena ho quattro soldi possibile passaggio ad apple in ogni caso),


Luca Zecca

mercoledì 9 novembre 2011

Disney, Hello Kitty, Pokemon e vari per bambini

Visto che purtroppo ho avuto la spiacevole sorpresa di vedermi uscire immagini vietate ai minori cercando un semplice disegno da colorare per la mia cuginetta ho pensato di aggiungere in questa pagina disegni PER BAMBINI da COLORARE.

Per vederli ingranditi e scaricarli vi basterà cliccare sopra l'immagine desiderata.

Nella speranza di aver fatto cosa gradita, un saluto
@Tosevita






domenica 6 novembre 2011

Sparite immagini da blog ospitato da blogger.com: Disservizi?

L'immagine incriminata
Buongiorno,

ormai è da un bel po' di giorni che nel mio Blog dei Rinnegati, ospitato dall'efficente (fino a prima di questo inconveniente) piattaforma blogger.com fornita da google, sono sparite tutte le immagini e le fotografie; al loro posto sono comparse delle immagini di dimensioni identiche contenenti un triangolo con punto esclamativo grigio su sfondo nero come quello che ho messo in questo post.

Ma è possibile? L'errore sembra aver afflitto tutte le immagini ospitate da blogger (quelle ospitate da imageshack si vedono ancora perfettamente) come se ciò sia dovuto a un disservizio legato a qualche migrazione.

 In pratica il disservizio o l'errore è legato al server di blogger.com dove erano salvate le immagini caricate.

Ciò chiaramente è fonte di disagio mio perché i post non hanno più la loro caratteristica immagine a tema; sia per i navigatori che accedevano a questo blog cercando proprio con le loro parole chiave l'immagine da me postata.

La cosa è tanto più grave per il fatto che

1_ non si sta risolvendo da sola con l'intervento di blogger.com;

2_ perché dal servizio tecnico le mie missive non ottengono alcuna risposta.

Il ché mi sta spazientendo non poco.


Chiedo a chi di dovere che dovesse leggere questo post, di darmi risposta in merito tramite email o commento al messaggio stesso.

Buona domenica,
Luca Zecca



Aggiornamento di martedì 24 aprile 2012:

 ho risolto la cosa da un po' ma mi sono dimenticato di aggiornare il post... purtroppo sono tutte perse perché il mio account gmail si è collegato a google+, lì ho visto un album con foto varie e le foto del cellulare android e l'ho cancellata pensando di eliminare le foto che si era preso l'account dalla galleria del cellulare, ma così facendo ho anche cancellato tutte le foto del blog! Mi sembra una cosa da fantadementi visualizzare le immagine del blog come album in google+ ma così è stato e quindi mi raccomando fate molta attenzione quando cancellate qualcosa! Perché non recupererete mai più niente...

venerdì 4 novembre 2011

PERICOLOSE EMAIL TRUFFA falsificate cartasì - carta visa - carte di credito varie

Buongiorno,
fate attenzione perché stanno circolando due nuove email truffa ai danni degli utenti cartasì.

La prima è una mail nel classico stile phishing e come sempre se andremo a compilare ciò che ci viene chiesto tutti i nostri dati finiranno in brutte mani; cestinatela quindi subito se la vedete tra le vostre email ricevute... ecco il testo:

" Gentile Cliente,

ti ricordiamo che, per garantirti maggiore sicurezza , devi attivare/reattivare la protezione anti-frode Verified by Visa o
MasterCard Secure Code.

La procedura è molto semplice:

1 - Cliccare sul link qui sotto per aprire una finestra del browser sicuro

2 - Confermare che tu sei il titolare del conto e segui le istruzioni.


Clicca qui >> CartaSi.it


Cordialmente,
Servizio Clienti CartaSi

 "

La seconda invece è questa ed è particolarmente insidiosa perché ha anche un allegato di cui non si capisce bene l'origine e le eventuali seconde finalità (worm o cavallo di troia?) quindi fate attenzione e se la ricevete cestinatela subito... il testo è il seguente:

" Gentile Cliente,
Secondo la nuova normativa europea sui sistemi di pagamento,
abbiamo dovuto sospendere l'accesso online al tuo conto per motivi di sicurezza!

Si prega di scaricare e compilare l'allegato a questa email.

NOTA: Il tuo account potrebbe essere automaticamente sospeso fino a quando l'aggiornamento non verrа
effettuato.


P. IVA 04107060966 - © 2011 CartaSi SpA


Documento da CartaSi.htm

 "

Mi raccomando, occhi sempre aperti quando si aprono le email,

buona giornata,
Luca Zecca

Novità per il Blog dei Rinnegati...

Buon giorno,

è con piacere che posso annunciare di aver comprato due domini "seri" per il blog che per ora (e credo per molto) è sempre ospitato dall'ottima piattaforma Blogger.com fornita dal mitico Google.

I due domini, con funzioni differenti, sono i seguenti:



Il primo, vi riporta dritti dritti qui... mentre il secondo, per gli utenti internazionali, vi porta al blog già tradotto in inglese (la traduzione è effettuata da google traduttore quindi piena di errori di sintassi e costellata di un periodare sicuramente insufficiente... però, per gli utenti internazionali, meglio che niente dato che purtroppo non so scrivere molto bene l'inglese e preferisco per ora fare così che cimentarmi in traduzioni poco più che scolastiche).

Spero che l'idea vi piaccia!


Un saluto,

Luca

If you speak only English click on the link below to continue reading ..

martedì 1 novembre 2011

Perche' hanno ucciso Gheddafi: Intervista a Massimo Fini dal Blog di Beppe Grillo

Buongiorno,

come da titolo del post presente nel Blog di Peppegrillo "Passaparola - Perche' hanno ucciso Gheddafi - Massimo Fini", procedo anchio a proseguire il "passaparola" riportandovi l'intervista a Massimo Fini sull'argomento "Perché hanno ucciso Gheddafi".

Buona lettura,
Luca Zecca

"Gheddafi è stato barbaramente ucciso perché le potenze occidentali non potevano permettere che in un processo venissero rivelate le loro corresponsabilità. Il leader libico non era un dittatore isolato. I suoi sostenitori in patria hanno tenuto testa alle forze di attacco NATO per otto mesi in un confronto ad armi impari.

Intervista a Massimo Fini

Perché hanno ammazzato Gheddafi?
 
Massimo Fini: Ma credo che ci siano due ragioni, una era la ferocia belluina di questi pseudorivoluzionari libici, l’altra è che comunque l’Occidente non poteva permettersi un processo a Gheddafi perché sarebbero venute fuori tutta una serie di corresponsabilità, soprattutto negli ultimi dieci anni.

Per quale motivo è stata attaccata la Libia?

Massimo Fini: Questa, a un osservatore normale, sembra una roba misteriosa perché fino a due – tre mesi prima Gheddafi era ricevuto in pompa magna non solo da Berlusconi, con i suoi modi naturalmente grotteschi, ma da Sarkozy etc., evidentemente la ragione più evidente è che vogliono impadronirsi del petrolio, fare della Libia un protettorato a cui poi agli indigeni rimarranno le briciole e loro si prenderanno il grosso.

Chi sono i nuovi rappresentanti libici sedicenti rivoluzionari? 
 
Massimo Fini: Sono tutti ex gheddafiani che hanno cambiato posizione al momento opportuno. Questo mi fa pensare che ci fosse già un accordo in precedenza prima dell’attacco per cui questi sapevano che sarebbe intervenuta la Nato. Altrimenti non si capisce come questo Ministro della giustizia improvvisamente illuminato sulla via di Damasco diventa un ribelle come se, tornando alla storia meno recente, Galeazzo Ciano fosse successo a Mussolini.

La Cina e la Russia sembra stiano a guardare. Cosa ci dobbiamo attendere in futuro? 
 
Massimo Fini: Quello che penso è che noi, anche se bisogna ingoiare un brutto rospo che è il genocidio ceceno compiuto prima dai sovietici e poi dai russi, dovremmo avvicinarci molto più alla Russia che all’America. Può darsi che queste rivolte arabe e tutto quanto si estendano finalmente anche a questo regime infame che abbiamo in Italia. Io penso a un’insurrezione di tipo proprio come quella tunisina che è stata la più limpida delle rivolte arabe, è stata violenta ma non armata, in due giorni l’hanno cacciato e secondo me sarebbe possibilissimo anche qui se noi avessimo la vitalità perché poi c’è il fatto che l’età media dei tunisini è 32 anni, l’età media degli italiani è 44,5. Quindi c’è una mancanza proprio di vitalità, poi ci sono attualmente gruppi che si oppongono, fanno il loro lavoro come il vostro (MoVimento 5 Stelle, ndr), come altri più piccoli meno noti etc. però è un discorso culturale soprattutto che prima di potersi espandere ci vorrà tempo, forse troppo tempo."