OCCASIONI per i visitatori:



-----> LINK UTILI <-----

La nostra PAGINA FACEBOOK
La mia pagina su PENSIERI e PAROLE.it
Il mio album su FLICKR

lunedì 31 maggio 2010

Le vongole e compagnia bella bloccate dalla UE... e ci riallacciamo al discorso degli altri giorni...

Buonaserata,
ma volete rendervi conto pescatori che se distruggete il cibo di cui si nutrono gli animali più grandi perdete un ecosistema? Se sti benedetti molluschi vengono pescati in quantità tali da non garantire la sopravvivenza dei pesci più grandi non sono solo i pesci a morire, ma voi stessi e la vostra economia!

Le nostre tavole non piangeranno le telline quanto piangerebbero le vostre tasche se la catena alimentare venisse irreparabilmente destabilizzata e portata all'orlo del collasso.

Vi lamentate che la vostra economia sarà distrutta; ma se distruggete tutte le speci di pesci comunque non sarà distrutta la vostra economia??? Ringraziate l'UE che con questa mossa preserva la pesca dei pesci più grandi e comunque vi da un'attività economica in cui cimentarvi. Se infatti perdeste tutto, alla fine cosa pescereste, sassi???

Sì è vero, per altri dieci anni avreste pescato beati, e poi? Non sareste comunque giunti al dunque???

E' intollerabile come tutti vogliano sempre e comunque l'uovo senza pensare mai alla gallina. Prima che il vostro interlocutore vi ponga la domanda "Preferite l'uovo oggi o la gallina domani" voi l'uovo ve lo siete cotto, mangiato e digerito... ingordi!!!! Bulimici!!! La vostra fame non sarà mai sazia... voi peschereste tutto il pescabile fregandovene di chi dovrà divenire dopo di voi... altro che il "futuro dei nostri figli", il futuro dei vostri portafogli, solo a quello pensate...

E poi sono già stufo dopo un giorno degli articoli come quello che vi sto per postare in cui si raccolgono solo le tesi e le argomentazioni dell'accusa, e non quelle della UE. Ma sta gente, se ha varato tale provvedimento, avrà beh avuto delle ragioni. O l'ha fatto per un calo di pressione al cervello? Poniamoci magari qualche domanda in più, e con le risposte che otterremo, potremmo anche giungere alla verità...

da Agenzia DIRE all'indirizzo " www.dire.it " :

"
Ancora una tradizione culinaria oscurata dai regolamenti europei " (già dal titolo si capisce che a nessuno interessa dei motivi per cui l'UE è giunta a tale regolamento)

" Domani entrano in vigore le nuove norme comunitarie in tema di pesca: per tutti il punto di riferimento sarà il ‘Regolamento Mediterraneo’, dettato dalla Commissione europea. Il testo rivede le dimensioni degli animali da pescare e le distanze dalla costa entro cui praticare l’attività di prelievo ittico. In base alla nuove disposizioni non potranno più essere pescati animali di piccole dimensioni come i molluschi: rischiano quindi di sparire dalla tavola calamaretti, vongole, telline.

I pescatori da domani dovranno stare attenti a dove butteranno le reti: le potranno gettare a non meno di 1,5 miglia dalla terraferma per quelle usate sotto costa, mentre le draghe usate per la cattura dei bivalvi (telline e cannolicchi) non potranno essere gettate prima di 0,3 miglia.

COLDIRETTI: “A RISCHIO UN MILIONE DI PIATTI” - “Lo stop alle telline mette a rischio oltre un milione di piatti, dagli spaghetti alle zuppe, serviti ogni anno con il gustoso mollusco nelle case e nei ristoranti soprattutto nel Lazio ma anche in Puglia, Campania ed in altre regioni”. Lo stima la Coldiretti in riferimento all’entrata in vigore del Regolamento comunitario Mediterraneo che introduce nuove norme in tema di pesca. Nuove norme che, avverte l’associazione agricola, “di fatto rischiano di far sparire dalle tavole degli italiani le telline, tutelate e festeggiate con sagre nel litorale romano, ma anche i cannolicchi ed altri pesci”. Per l’organizzazione è quindi “importante l’avvio della procedura comunitaria per la richiesta di una deroga per salvare una tradizione gastronomica nazionale molto radicata, evitare gravi perdite economiche ai circa 1.000 pescherecci coinvolti dove trovano possibilità di lavoro circa tremila persone, per i quali vanno individuate misure adeguate”. Inoltre, allerta la Coldiretti, le nuove norme “riducendo la produzione nazionale rischiano di aggravare la già pesante dipendenza italiana dall’estero da dove arriva ogni anno circa il 60% del pesce consumato a livello nazionale”. "


Pensiamo tutti al gusto che perdiamo in tavola (come quando si ostinavano a far bollire vive quelle povere Aragoste, che ogni giorno speravo si mettessero a bollire e mangiare i cuochi) e non al bene della natura, dell'ecosistema e delle povere bestie che ci circondano e devono sopportare la presenza di una razza tanto autodistruttiva e cattiva nei confronti di tutto e tutti.

Buona serata,

Luca Zecca

Aprire la Bocca ai blogger? Grillo questa volta ti appoggio in pieno...

Buonasera,
aprendo le mail quotidiane questa sera mi sono imbattuto in una news letter di Beppe Grillo molto interessante.

L'idea riassunta a questo link " http://www.beppegrillo.it/2010/05/apriamo_la_bocca_ai_blogger.html " è la seguente:

" I lettori del blog propongono l'inchiesta desiderata in un commento al post. La più votata, attraverso la funzione "vota il commento", sarà valutata economicamente da un giornalista/blogger freelance. Il costo verrà coperto da microdonazioni direttamente al blogger, fino al raggiungimento della cifra richiesta. L'inchiesta sarà in seguito pubblicata su questo blog e replicabile ovunque in Rete con licenza Creative Commons.
In futuro il blog dedicherà un'area apposita per la raccolta delle richieste di inchiesta, le votazioni e le proposte dei giornalisti/blogger free lance. "

Visto che diversi mesi fa sono stato attaccato da svariati lettori del blog di Beppe Grillo, questa è l'ennesima dimostrazione che io non PRENDO LE PARTI A PRESCINDERE DI NESSUNO. Approfondisco i fatti, li sintetizzo, li integro estrapolando informazioni da diverse fonti, li rielaboro, li analizzo e infine mi faccio un'idea della questione. Nè per partito preso, nè per secondi fini.

Se credete che io dia sempre ragione a una parte in una determinata contesa, beh, state pur certi che (condivisibilmente o meno) io ritengo sinceramente che quella data parte abbia ragione. Punto.

In questo caso, ammetto che Grillo sta facendo una cosa secondo me giusta. Un'informazione migliore è un'informazione composta da migliaia di micro blogger che dal loro uffico o dalla loro cameretta diffondono parti di una realtà più grande.

Abolire l'ordine dei giornalisti, questo sarà il primo grande passo verso un paese migliore.

Un in bocca al lupo a chi si prenderà il peso di portare a termine quest'opera di demolizione di un vecchio retaggio fascista che non permette a ognuno di esprimere liberamente la propria opinione al pari dell'altro.

Buona serata,
Luca Zecca

domenica 30 maggio 2010

I gegni che mi hanno letto nel pensiero... non si può telefonare o scattare foto con ipad, anche con tutta la buona volontà!

Buona Domenica,
ecco che qualcuno mi ha letto nel pensiero! Infatti nel video che posterò un utilizzatore dell' Ipad tenterà di usarlo per telefonare (il tutto è una burla =)... da notare è la suoneria che ha =) =) un bel nokia tune giusto per aumentare la carica burlesca della scenetta.

Ribardisco qui che, pensare di usare iPad per telefonare o scattare foto, è ridicolo quanto fantascientifico.

Buona domenica,

Luca Zecca


HELLO! - watch more funny videos

sabato 29 maggio 2010

La praticità dell'ipad per telefonare o per scattare foto... ecco le stronzate dei "recensori"

Sera,
capisco che siate fortunati che sono riusciti a capire prima di altri i guadagni che internet poteva far fare... capisco che gasati dal fatto che siete partiti scrivendo due opinioni su un sito di vari prodotti, e ora siete finiti che le case di elettronica vi regalano la roba pur di vedere una vostra recensione (positiva o non) sul prodotto...

ma tale stato di grazia, non vi da il diritto di sparare proprio scemenze chiaramente senza riflettere...

Mi spiegate come fate a criticare l'ipad (che a me manco piace sinceramente, ndr) perchè non ha la fotocamera??? Ma come ci fai una foto con uno strumento grande come un libro? Ce lo vedete un cinese in giro per Roma a far foto con quello? Non si può telefonare... ma lo portereste voi all'orecchio per telefonare quel coso lì??? Vi sembra così comodo??

Per telefonare c'è il cellulare Santo Cielo, mica una tavoletta nata per essere un misto tra un netbook e un qualcosa di indefinito...

vediamo di riflettere un po', giusto per rispetto di chi vi deve leggere...


Buona giornata,
Luca Zecca

mercoledì 26 maggio 2010

Susy la ragazza truzza e la dilagante superficialità... l'attenzione dell'opinione pubblica è focalizzata su queste scemenze

Buongiorno,

nei giorni scorsi ho dedicato la mia attenzione a vari temi che mi stanno a cuore qui sul blog. Premesso che non mi permetto certo di giudicare gli altri per quello a cui tengono o meno, mi permetto però di costatare che se da un lato ci sono grosse problematiche che se non risolte ci porteranno all'estinzione, dall'altra ci sono davvero molti miei coetanei che non sanno di preciso nemmeno su quale pianeta vivono.


Susy, passata alla storia di youtube come la " Ragazza Truzza ", nel video su youtube ne da una dimostrazione... ci fa o ci è? Il dibattito è ancora aperto...


buona giornata,

Luca Zecca



sabato 22 maggio 2010

La prepotenza dell'uomo lo condannerà


Buongiorno,

il giorno in cui l'uomo capirà che la sua esistenza è imprescindibile dall'esistenza di tutto l'ecosistema che gli sta attorno vorrà dire che un danno irreparabile sarà stato commesso... purtroppo per quanto la civiltà e la popolazione si ritenga "matura", in realtà sarà sempre come un bambino. Dovrà scottarsi prima di capire che la candela non va toccata con le dita. Solo dopo aver sconvolto l'ecosistema, ci renderemo conto di ciò che abbiamo e stiamo facendo quotidianamente.

Guardiamo i contadini che usavano pesticidi tossici per le api... risolvevano il problema delle infestazioni, ma a che prezzo? Come pretendevano che vi potesse essere buon frutto senza le api che svolgevano il loro importante ruolo di impollinazione???


Ma oggi non voglio trattare di meccanismi naturali che andrebbero difesi giorno per giorno... oggi voglio parlare di come l'uomo ha la prepotenza di voler esistere fregandosene di tutto ciò che gli sta attorno. Di come voglia trascorrere delle vacanze in mezzo al verde, senza però che vi siano insetti a giragli attorno, senza che vi siano lupi nei boschi, orsi o qualche altra bestia che non gli va a genio. Oggigiorno questa è la pretesa. 


Tale riflessione nasce dalla notizia di questi giorni che i veneti vorrebbero catturare o abbattere l'orso Dino difeso dal ministro Galan e dalle associazioni in difesa dei diritti degli animali. Dicono che abbatte i capi di bestiame. Addirittura dei venali albergatori dichiarano che già ci sono state disdette di prenotazione... ancora? Vogliono andare in mezzo alla natura, senza però che vi sia ciò che ritengono fastidioso???


Suvvia dai non prendiamoci in giro, capiamo che questa terra non è nostra... non è nostra nè per diritto, nè per conquista. Ci siamo quasi barricati in casa per il virus della febbre suina (che manco vi è stata veramente la pandemia) che è una cosa che nemmeno vediamo... grande un nulla, e stiamo qui a fare i gradassi decidendo sulla "nostra" terra quale bestia può o non può vivere? Sia la selezione naturale a deciderlo... l'uomo non PUO' PRENDERSI IL LUSSO DI MODIFICARE EQUILIBRI CHE SONO FRUTTO DI CENTINAIA DI MIGLIAIA DI ANNI DI EVOLUZIONE... 


non ne abbiamo il diritto, non ne abbiamo il potere, non ne abbiamo l'intelligenza sufficiente.... 


buona giornata, passo e chiudo per quei pochissimi che mi leggono,

Luca Zecca

mercoledì 12 maggio 2010

L'animale più carino del mondo... immagini di foche e dei loro assassini

Buonasera,
in scia all'emozione nello scrivere i post precedenti, ecco le foto dell'animale più carino al mondo. In seguito, anche le foto di ciò che gli viene fatto (immagini non cruente ne stomachevoli, ma esplicative) per cacciarne la pregiata pelliccia (da cuccioli). Ognuno in cuor suo penserà ciò che vuole, io non scrivo niente perché sarebbero solo parole cattive. E non si vince la cattiveria con altra cattiveria.
La carrellata è chiusa con un'altra immagine bella, quasi a dire, alla fine vinceremo noi. L'ecosistema vince, la natura vince, il bene vince, la gioia vince.

Ecco le foto:



















(Un grazie a imageshack.us che si conferma un ottimo host per contenuti multimediali, anche qui da me usato)



Buona serata a tutti,

Ricerca di storia, tesina, seconda guerra mondiale, prima guerra mondiale, approfondimenti, sintesi, riassunto, spiegazione, tema cambiamenti climatici, compiti e moltro altro ancora... per info contattatemi!

Le degne conlcusioni per una serata di riflessioni... (parte finale della serie di post)

Buonasera,
vi ho dato svariati esempi (e altre centinaia potrei farne) del perché atti contro l'ecosistema non siano dimostrazioni di forza e di superiorità, ma di stoltezza e di autolesionismo.

Cosa possiamo fare? Non tacere.... non far calare l'attenzione....

Martellare, martellare, martellare contro coloro che continuano a distruggere questo bellissimo pianeta solo per trarre un profitto a breve termine. Non scaricare le proprie colpe. 

Noi dobbiamo renderci conto che facciamo parte di un grande sistema che ha bisogno di ogni suo elemento per andare avanti.

Ma vi fanno così schifo i nostri paesaggi? Il verde? Gli animaletti e ogni meraviglia che popola il nostro amato pianeta... cosa vi hanno fatto di così male da odiarli al punto di volerli annientare senza rendersi conto che è un vero autogol?!?!?!

Io, qui, adesso, nel mio piccolo grido con forza contro la vergogna della deturpazione di questo pianeta. Della sue foreste, dei suoi abitanti. Ribadisco il mio odio contro coloro che incatenano e uccidono poveri animali solo per scopi commerciali. Invoco misure drastiche e severissime verso coloro che continuano a massacrare a bastonate i cuccioli di foca; coloro che tagliano le pinne e rigettano gli squali e coloro che continuano a braccare le balene.

Arriverà un giorno, e non sarà stupidamente una data certa, in cui la natura chiederà che il conto sia saldato. 

SE NOI MODIFICHIAMO IRRIMEDIABILMENTE E PROFONDAMENTE L'ECOSISTEMA, ESSO, COME SUCCEDE DOPO OGNI EVENTO CATASTOFICO, SI RIEQUILIBRERA'. IL RIEQUILIBRIO PERO' NON TIENE CONTO DELLE SINGOLE SPECIE MA DEL SISTEMA AMBIENTE. COSA FAREMO DUNQUE SE NEL NUOVO SISTEMA NON CI SARA' PIU' SPAZIO PER L'UOMO? MAGARI PERCHE' NON VI SARA' PIU' OSSIGENO NELL'ARIA?

Noi dobbiamo metterci ben in testa che non siamo pittori che variano a piacere il loro quadro, ma siamo una bellissima parte di una meravigliosa tela...

buona serata a tutti, con affetto,
Luca Zecca




Sommario di ogni articolo, cliccandoci sopra potrete andarci direttamente:




Prologo     _ Marea nera, vulcani che eruttano e specie che si estinguono... cosa ci aspetta in questo secolo?


Capitolo 1_ Ecosistema... un equilibrio tanto fondamentale quanto fragile...


Capitolo 2_ Togli un anello alla catena, e per quanto grande e forte, essa perderà ogni utilità...


Capitolo 3_ La corrente del golfo e il riscaldamento globale... un collegamento devastante


Capitolo 4_ Le degne conlcusioni per una serata di riflessioni...


Ancora buona lettura!

La corrente del golfo e il riscaldamento globale... un collegamento devastante (continuazione)

Buonasera,
per aggravare la posizione dell'uomo visti i suoi comportamenti contro la natura... basta aggiungere il riscaldamento globale.

Se (come dice qualcuno) è vero che forse è un fatto fisiologico, dovuto quindi al clima terrestre che sottostà a cicli che portano stagioni più o meno calde a seconda dell'anno, è però vero che i ghiacci polari si stanno sciogliendo.

Tutti per un qualche strano motivo si concentrano sull'allagamento dovuto al fenomeno, non considerando forse il risvolto più grave. L'era glaciale.

E sì cari lettori, cosa porta tepore alle coste nordiche europee? Cosa non permette a Svezia e Norvegia di finire sotto nevi perenni? Cosa salva l'Inghilterra dal ghiaccio.

La Corrente del Golfo. Essa (come la maggior parte di voi saprà...) è una corrente sottomarina che andando dall'equatore alle coste nord dell'Inghilterra per poi fare ritorno all'Equatore, trasporta calore in direzione sud-nord e freddo nel senso inverso. Nel suo viaggio dall'America all'Europa quindi, essa porta del calore che permette agli stati che lambisce di vivere inverni più miti di quelli che sarebbero senza. E come sarebbero senza? Beh, senza, si cadrebbe molto rapidamente nell'era glaciale... con la linea dei ghiacci perenni che lambirebbe le Alpi Orobie italiane.

Ed essa può essere fermata davvero... da cosa? Può essere fermata da una desalinizzazione delle acque. E questo si collega agli effetti del riscaldamento globale; lo scioglimento dei ghiacci polari.

Inoltre, se anche la corrente non viene subito fermata, è anche vero che in proporzione all'aumentare del sale disciolto in un metro cubo di acqua, aumenta anche il punto di congelamento e quindi la possibilità che esso si avvicini allo 0 celsius come accade in un normale bicchiere d'acqua piovana.

Volete un rincaro degli eventi che si verificano a svantaggio dell'uomo con il riscaldamento?

Con il riscaldamento si sciolgono anche metri cubi importanti dei ghiacciai perenni montani. Ciò nel breve periodo porta a una diminuzione del peso che grava sulle montagne. Conseguenza immediata? Uno stress geologico che sfocia in terremoti più frequenti e di maggiore potenza; diminuito il peso che grava sulle montagne, infatti, il movimento di scontro tra placche tettoniche è facilitato e accelerato.

Questo è il futuro che volete per i vostri figli? Buona fortuna signori/e...


Luca Zecca




Sommario di ogni articolo, cliccandoci sopra potrete andarci direttamente:




Prologo     _ Marea nera, vulcani che eruttano e specie che si estinguono... cosa ci aspetta in questo secolo?


Capitolo 1_ Ecosistema... un equilibrio tanto fondamentale quanto fragile...


Capitolo 2_ Togli un anello alla catena, e per quanto grande e forte, essa perderà ogni utilità...


Capitolo 3_ La corrente del golfo e il riscaldamento globale... un collegamento devastante


Capitolo 4_ Le degne conlcusioni per una serata di riflessioni...


Ancora buona lettura!

Togli un anello alla catena, e per quanto grande e forte, essa perderà ogni utilità... (continuazione dal precedente)

Buonasera,
premesso quanto scritto nel precedente post, verso cosa ci stiamo muovendo?

Immaginiamo per un istante che le balene vengano uccise tutte... o comunque diventino talmente irrilevanti numericamente de non permettergli più di svolgere il loro ruolo nell'ecosistema.

Il plancton che esse mangiano crescerà in maniera esponenziale fino a saturare l'acqua riducendo la luce che filtra negli strati più bassi dell'oceano... 
A questo forse potrebbe non seguire niente... ma se a ciò si aggiunge la scomparsa delle orche che delle balene si cibano? Un altro anello perso a discapito dell'ecosistema marino... 

Togliamo le foche che trucidiamo... ed ecco che una sproporzionata crescita dei pesci che esse mangiavano porterà a squilibri irreparabili... 

Noi siamo colpevoli di ciò che succede al pianeta per ogni giorno che passiamo senza fare niente (io compreso...)... ogni giorno che trascorre è una sconfitta dell'uomo sull'uomo... 

Che prezzo ha la nostra stoltezza? Nulla vale per noi il futuro dei nostri figli???

La terra, il suo ecosistema, il creato non può aspettare che l'uomo prenda coscienza di come un giorno speso per combattere chi uccide la natura è un giorno guadagnato... altro che non fare niente perché bisogna guadagnarsi la pagnotta del giorno! 

Preferiamo stare qui a lavorare tranquilli? Facciamoci per lo meno venire la forza di protestare perché si formino volontari in grado di fare ciò che noi non abbiamo il tempo di fare... 
Il tempo è tiranno.... e in tutto questo bisogna considerare cosa accadrà se la corrente del golfo si dovesse fermare... se hai ancora voglia di leggere, vai al post seguente... 
Luca Zecca



 
Sommario di ogni articolo, cliccandoci sopra potrete andarci direttamente:




Prologo     _ Marea nera, vulcani che eruttano e specie che si estinguono... cosa ci aspetta in questo secolo?


Capitolo 1_ Ecosistema... un equilibrio tanto fondamentale quanto fragile...


Capitolo 2_ Togli un anello alla catena, e per quanto grande e forte, essa perderà ogni utilità...


Capitolo 3_ La corrente del golfo e il riscaldamento globale... un collegamento devastante


Capitolo 4_ Le degne conlcusioni per una serata di riflessioni...


Ancora buona lettura!

Ecosistema... un equilibrio tanto fondamentale quanto fragile... (continunazione del post precedente)

Buonasera,
un ecosistema non è lo sfondo di un quadro di cui gli uomini sono i soggetti in primo piano... non è uno sfondo che si può cambiare per rendere più interessante la scena che si sta svolgendo. Non è un pezzo di pongo plasmabile a piacere seguendo regole estetiche o funzionali.

Un ecosistema è una magica ed equilibrata convivenza tra specie diverse che in mutuo scambio aiutano la catena alimentare a rimanere stabile e sufficientemente accogliente per le specie stesse con un limite fisiologico per ognuna di esse.

Togliere un elemento da un ecosistema, significa creare sconvolgimenti inimmaginabili. Un po' come quando in alcuni film fantascientifici si tenta di vedere cosa succede al futuro modificando il passato. 

Noi uomini non siamo i protagonisti. Non ci siamo NOI, LA NATURA E IL PIANETA. C'è solo il PIANETA CON TUTTE LE CREATURE CHE LO ABITANO. Noi uomini non siamo nulla senza il pianeta, il pianeta non è nulla senza la natura e la natura non è nulla senza il pianeta. Noi non possiamo avere l'arroganza di sentirci superiori semplicemente perché in linea teorica non dobbiamo più correre la mattina per sfuggire a un predatore ne dobbiamo correre per catturare una preda (a parte quando a qualcuno si ferma la jeep in mezzo alla savana o altri si immergono in un fiume con dei pesci piranha). Noi semplicemente siamo senzienti (tutti noi?). Sappiamo di essere qui. Ci interroghiamo sul perché siamo qui. Ma proprio per questo siamo doppiamente colpevoli.

Il Signore Dio nostro che ci diede l'intelletto folle farci un dono, e noi lo usiamo nella maggior parte dei casi per servire noi stessi. Il nostro consumismo. La nostra bramosia. Noi non lo usiamo per difendere la natura, il creato. Noi non difendiamo le bellezze della Terra, non bramiamo di curarle per  i nostri figli. 

Quante volte ci dimentichiamo il famoso e saggio detto dei nativi "LA TERRA NON E' EREDITA' RICEVUTA DAI NOSTRI PADRI, MA UN PRESTITO DA RESTITUIRE AI NOSTRI FIGLI".
Molti leggendo diranno "Ma vai a lavorare! Se non si lavorasse non si porterebbe a casa la pagnotta... Gli ideali sono importanti, ma bisogna pur mangiare!".
Stolti! Tanto più vi legate a queste frasi tanto più grande sarà la punizione che riceveremo indietro dall'ecosistema!

Noi oggi stiamo lasciando che le baleniere uccidano i grandi cetacei... che i piccoli di foca vengano meno... stiamo lasciando che tutto vada a rotoli... per cosa? Leggete il prossimo post...


Luca Zecca




Sommario di ogni articolo, cliccandoci sopra potrete andarci direttamente:




Prologo     _ Marea nera, vulcani che eruttano e specie che si estinguono... cosa ci aspetta in questo secolo?


Capitolo 1_ Ecosistema... un equilibrio tanto fondamentale quanto fragile...


Capitolo 2_ Togli un anello alla catena, e per quanto grande e forte, essa perderà ogni utilità...


Capitolo 3_ La corrente del golfo e il riscaldamento globale... un collegamento devastante


Capitolo 4_ Le degne conlcusioni per una serata di riflessioni...


Ancora buona lettura!

Marea nera, vulcani che eruttano e specie che si estinguono... cosa ci aspetta in questo secolo?

Buonasera cari lettori e lettrici,
è da molto che in questo blog non si torna sul binario da cui è arrivato e nato (nemmeno fossimo una caotica e mal controllata redazione a scrivere... la colpa qui è di uno e uno soltanto, chissà chi?!)... il binario della riflessione e del pensiero.


La tecnologia, le truffe online, i firmware, google ad sense, il marketing, i cellulari, le fotocamere, i blue ray,  coloro che pensano ancora di aver ricevuto 10.000 euro da poste italiane e di dover inviare i dati della propria poste pay per incassarli, l'altra squadra formata da chi pensa che per incassarli deve dare i dati di paypal, coloro che pensano davvero che ci siano mici fatti crescere in bottiglie di vetro... tutte cose aimè interessanti, ma ben lontane dai pensieri profondi. Pensieri che a volte sono riuscito a toccare in questo blog, con poca visibilità. Mi dispiace infatti che tanti cerchino quelle stra maledette stufe a mais ma nessuno mi abbia trovato per l'articolo sull'uccisione dei cuccioli di foca... povere bestie, nate per essere finite a bastonate. Per cosa? Per la pelliccia? Preghino che nessuno sia mai così stolto da affidarmi la guida di un'armata... se infatti ciò accadesse, nel giro di un anno la caccia alle foche, alle balene, alle pinne degli squali e al legno della foresta equatoriale sarebbero solo brutti ricordi. I volti dei mattatori, solo foto per lapidi. Non vi è giustificazione, non vi è gloria in tutto ciò. Non contano i discorsi su quanto uno possa essere povero e si fa assumere per sfamare la famiglia. La fame non può togliere il discernimento, e chi se ne priva, finisce di avere diritti civili.


Noi, cari signori, facciamo tutti parte di un maestoso, antico, collaudato ed equilibrato sistema che per nessuna ragione dobbiamo destabilizzare. Come possiamo pretendere di cambiare in 100 anni un equilibrio che ne ha richiesti milioni per formarsi???

Guadare film gratis online...

Buonasera,

vi scrivo oggi per discorrere un po' sui numerosi siti che propongono film gratis...


Con una semplice ricerca in google possiamo trovare film per tutti, filmgratis.org, film-review.it, guardafilm.net.


Ma è il primo, che trovate all'indirizzo http://filmpertutti.com/ che secondo me funziona la meglio. O per così dire, da sempre un'ampia scelta. Io lì mi sono visto addirittura tutti i fantozzi, e non solo film dal 2009 in poi...


quando aprite la pagina di un titolo, mi raccomando, non fatevi ingannare dall'eventuale immagine. Per vederlo, dovete andare più sotto, dove di solito troverete ad esempio la dicitura "Link megavideo:" ed è su quello che dovrete cliccare...

I link sono sicuri (per quello che ho trovato) e non si trovano buffonate... 


Per vedere il film il sistema è il solito, dovrete sorbirvi tot secondi di pubblicità... che però potrete schivare (senza attendere 30 secondi) cliccando sulla x in alto a destra del piccolo quadratino dello spot. In oltre, vi sorbirete anche la solita di megavideo con la classica freccia prima rossa, e poi verde quando il film è finalmente visibile. 


Scaduti i 70 minuti di visualizzazione???


Beh, qui non posso dire niente perchè il mio blog si occupa di svelare inganni, dare consigli e smascherare truffatori, ragion per cui non voglio trovarmi una querela per aver scritto ai quattro venti il segreto di pulcinella di come si aggira il limite di 70 minuti nei video di megavideo. 


Potete cercarlo in google, lì ci sarà di sicuro qualche pirla che in barba a qualunque querela l'ha scritto, spiegato e documentato con immagini passo passo.


Per il resto, buona visione!

Luca Zecca

giovedì 6 maggio 2010

Un piccolo mostro chiamato opensuse...

Buon giorno cari lettori,
in questi anni ho provato ubuntu dalla versione 7 all'attuale... kubuntu... debian... pclinux... chrome OS... i vari tipi di windows... e oggi posso dire che nulla è rapido, graficamente pulito e user friendly come la linux distro, OPEN SUSE.

Sponsorizzata da novel (per i non addetti ai lavori, leader indiscusso nel campo delle reti dati), questa distro che ha raggiunto la versione 11.2, si presenta davvero come l'ammiraglia della flotta linux... non ha eguali con le altre distro.

Certo, non è rapida come un kernel comandate a righe di codice... ma in quanti nel 2010 vogliamo ancora usare il PC a righe di codice? Non credo in molti, e dunque, il compromesso è una distro a finestre con però dietro un ottimo motore grafico che, senza appesantire inumanamente il pc, faccia apprezzare la stabilità e rapidità del kernel linux.

Non mi perdo nel descrivere operazioni o altro da fare con il pc... infatti sarebbe un'inutile perdita di tempo, visto che ognuno, come in ogni distro, può scegliersi il desktop che gli è più congeniale (io ora vi sto scrivendo con KDE, che devo dire, è davvero ottimo in questa distro, niente da paragonare con kubuntu...).

Sembra una gazzella SUSE rispetto all'ippopotamo Kubuntu...

Pareri personali, sicuramente sbagliati e confutabili. Buona giornata,
Luca Zecca


Il logo di OPENSUSE, un camaleonte: