OCCASIONI per i visitatori:



-----> LINK UTILI <-----

La nostra PAGINA FACEBOOK
La mia pagina su PENSIERI e PAROLE.it
Il mio album su FLICKR

mercoledì 13 luglio 2016

Eseguire riparazioni non estetiche con l'Attack

Mi sono ritrovato con un supportino della carena della moto rotto che quindi la rendeva leggermente traballante, la cosa non era fastidiosa perché si appoggiava al bullone della sospensione rimanendo sostanzialmente ferma ma come al solito mi sono voluto ingegnare per risolvere il problema (su ste cosine si fa sempre fatica a trovare qualcuno che voglia spenderci del tempo, probabilmente per l'imbarazzo di non sapere quanto farsi pagare un lavoro così piccolo).

Per nulla estetica sta però resistendo!
Ragionandoci su però mi sono ritrovato che la soluzione poteva essere:

- Imbullonare con una piastrina o altro il pezzo al telaio;
- Con un kit di vetroresina riattaccare il pezzettino imbullonato al telaio con la carena da cui si è staccato
- Inventarmi qualcosa.

Sull'inventarmi qualcosa è bastato pensare a cosa poteva aiutarmi ad attaccare in maniera solida i due pezzi per trovare la soluzione: Attack e Scottex!

A sella chiusa non si vede nulla
Con del semplice cianoacrilato e della carta da cucina ho potuto sistemare (per ora in maniera solida, poi se mai il tempo dirà quanto) la carena procedendo come segue:

- dopo aver pulito e avvicinato le parti ho "sfogliato" la carta da cucina in maniera da avere un solo sottile velo;
- ho iniziato a bagnare la crepa di colla stando attento a proteggere con un foglio tutto quello che c'era sotto;
- dopo aver aspettato un po' di secondi che iniziava a cambiare colore perché già stava iniziando a solidificare ho messo altra colla e ho iniziato ad appiccicare un pezzetto di carta aiutandomi con la punta dell'erogatore;
- dopo un minuto e mezzo/due ho ripetuto l'operazione bagnando un'area ancora più grande così che il pezzo successivo di carta formasse una specie di "L" che potesse toccare la carena e il telaio così da sostenersi a vicenda;
- dopo aver bagnato per bene l'ultimo strato e averlo attaccato con abbondante colla ho lasciato stare tutto fino al mattino successivo.


La colla è ovviamente asciugata facendo quasi diventare un tutt'uno carena, talaio e carta e la riparazione sembra robusta ma "elastica".

Non nascondo che il risultato visivo è orrendo e per quello la premessa del post era che il procedimento va bene per riparazioni "non estetiche" come nel mio caso (a sella chiusa è tutto completamente nascosto).
A sella chiusa sparisce tutto!

Se vi è stato utile condividete pure sui social! (purtroppo non ho fatto un video per poter farvi vedere meglio i passaggi, magari lo rifaccio su altro e mi filmo così si intuisce meglio come fare!)

@Tosevita
Posta un commento