Che disastro le app di pagamento NFC degli operatori!

Buongiorno,
vi parlo brevemente come cliente della situazione dei pagamenti "contact less" con Tim e come osservatore di quelli Vodafone.
Il pagamento Contact less si basa sulla tecnologia NFC e permette di pagare semplicemente avvicinando il proprio smartphone a un Pos abilitato. Fondamentali oltre alla tecnologia sono avere una Sim compatibile, l'app dell'operatore installata e una carta di credito/prepagata associata all'applicazione (Tim Smart Pay nel caso del mio operatore, rilasciata da Intesa San Paolo tramite Setefi).

Qua già nascono i primi problemi: l'app dell'operatore in realtà fa comunque solo da contenitore per una carta di pagamento che dovrà necessariamente interfacciarsi con un sistema esterno (il circuito che l'ha emessa). A questo aggiungiamo il servizio clienti evidentemente non pronto a fornire risposte e supporto in un campo che non è sicuramente quello degli operatori di telefonia mobile.
Il risultato è che nei dispositivi aggiornati ad Android 5.2 e oltre l'app di Intesa San Paolo non si interfaccia più con l'app Tim Wallet non permettendo più la gestione della carta e i relativi pagamenti. Nessuno di tim sembra preoccuparsene e men che meno nessuno di Intesa sembra trovare una soluzione con l'ovvia conseguenza che l'app sul playstore è bombardata di commenti negativi degli utenti a cui nessuno risponde!
Stessa situazione assurda la si ritrova sotto l'app Smart Pass di Vodafone con sfilze di commenti a una stella senza risposta con clienti che (giustamente) invitano l'operatore a ritirare l'app se non è in grado di gestirla e supportarla.
Mi auguro si possa avere un riscontro da parte degli operatori e i loro tecnici per avere una risposta vista la fiducia accordata (io ho caricato soldi buoni sulla loro prepagata) e il desiderio di avere un servizio funzionante. Non ci si sorprenda altrimenti se all'uscita di servizi alternativi (Apple Pay, google play e samsung pay) la clientela se ne andrà ad altri porti volentieri per buona pace dei servizi nostrani e i fiumi di capitali che raggiungeranno l'estero.
Voi cosa ne pensate? Come vi trovate?
A presto,

@Tosevita
0