OCCASIONI per i visitatori:



-----> LINK UTILI <-----

La nostra PAGINA FACEBOOK
La mia pagina su PENSIERI e PAROLE.it
Il mio album su FLICKR

venerdì 20 maggio 2011

ECCO LA MIA BELLISSIMA VALTELLINA!!! (nel video si vede Ardenno, Masino, Biolo, la Sirta, Selvetta, Berbenno, Buglio in Monte, Triangia, il centro valle insomma!)

Su youtube:





Su blogger:


Berlusconi dormiva durante la Beatificazione di Giovanni Paolo II...

Buongiorno,
fui il primo (a beatificazione finita e messa della domenica in Piazza San Pietro in corso) a lanciare in internet la notizia che Berlusconi dormiva (clicca QUI per leggere l'articolo)... e per chi nutriva e magari ancora nutre dubbi ecco la foto più chiara di tutte.

Buona giornata,
Luca Zecca


Come togliere il super attack dalla pelle e da altre superfici

(una colla simile a quella incriminata)
Premessa: questo post è assolutamente un riassunto di mie esperienze personali senza valenza scientifica o pratica e soprattutto SENZA VALENZA MEDICA O DI AUTOMEDICAZIONE. Significa che non invito nessuno a replicare perché non mi ritengo responsabile di eventuali danni arrecati anche seguendo alla lettera ciò che dico.

Riguardo alle "altre superfici",beh, la "loctite", che produce il "super attack" già ha un prodotto specifico per rimuoverlo dalle superfici, che trovate praticamente in ogni posto in cui comprate il super attack.

Per quanto riguarda la pelle, beh, il discorso è un po' diverso... perché essendo viva assorbe i composti chimici, e quindi, meglio non aggiungere composti chimici su aree già sotto stress per via del super attack.

Io personalmente l'ultima volta che mi sono incollato tre dita della mano (non assieme, però erano piene di macchie di colla) ho provato diversi metodi postati in internet.

Principalmente i due più gettonati sono:
- immersione in acqua bollente (non da ustionarsi) per dieci minuti e poi staccare accuratamente tutta la colla;
- olio di oliva (e poi togliere sempre con le unghie).
Beh, a me non hanno fatto quasi un tubo, e nemmeno il solvente per le unghie ha fatto un gran che (e nemmeno l'acqua ragia è servita a togliere il super attack).

Così, ho fatto la cosa più semplice visto che la mia pelle è morbida ma non sensibile. 

PIETRA POMICE A SECCO. Senza bagnarla, ho grattato via la colla efficacemente e in pochissimo tempo.

Grattata via la colla ho lavato per bene sotto acqua fresca e sapone. Tutto a posto, nel giro di 10 minuti il rossore se n'è andato e le mie mani erano belle libere come prima.

Quindi, NEL MIO CASO SPECIFICO (e non mi prendo responsabilità se qualcuno replica a SUO RISCHIO E PERICOLO) una bella grattata di pietra pomice ha tolto tutti i residui di super attack (come quello in foto, per gli altri tipi di attack non so).

Buona giornata,
@Tosevita

Quello inglese si riconferma un popolo che "si agita per niente" visto come sbavano per il sedere della Philippa Charlotte Middleton

Il lato B che avrebbe incantato l'Inghilterra, il Regno Unito e il Mondo
Buongiorno,
sì da, i paesi del nord saranno efficenti e "democraticamente" avanzati (anche l'Inghilterra è democraticamente avanzata? =) ma signori miei, di belle donne ne devono vedere davvero poche.

Se infatti non perdono tempo i giornali stranieri di dire che la nostra tv è tutta "sederi e seni" (per tradurre in maniera più fine i due termini che avrei dovuto usare) è anche vero che ormai l'Inghilterra è da settimane inchiodata sul sedere della Philippa Charlotte Middleton (per gli amici e il resto del mondo "PIPPA").

Sinceramente, non ci vedo nemmeno niente di che. Sì, bello, sicuramente non brutto, ma nemmeno niente di eccezionale. Un bel sedere insomma come per le nostre strade in centro se ne possono vedere 10.000 e anche 1.000 migliori senza problemi.

Saranno dei super-stati dove tutto funziona bene e impiegati a esportare con i loro giuisti metodi la democrazia (a proposito, leggi QUESTO articolo o QUEST'ALTRO se vuoi approfondire l'argomento) ma di donne beh, ne capiscono davvero poco! 

Diranno anche che Italia e Spagna sono da terzo mondo, ma sinceramente, a donne, non ci batte nessuno! Soprattutto quelle inglesotte che si devono vedere il paese e i loro inglesotti persi dietro a una che nel pieno della sua mania di protagonismo si è vestita in modo che non fosse più distinguibile la sposa!

Ma per piacere... Dio salvi la regina! Ma soprattutto, il suo regno!

Buona giornata,
Luca Zecca


p.s. nel post scriptum posso anche non usare termini fini: ma si può restare inchiodati a cercare di capire come la Pippa abbia un culo così bello con tutti i centri estetici che lo propongono come modello e con giornaliste che si strappano i capelli per capire come pratica il pilates? Io aprirei un sondaggio per capire se quel sedere è davvero così bello oppure normale, appunto, come "tanti" di italiane.

sabato 14 maggio 2011

Caro vecchio internet non ti riconosco più...

L'Home Page del motore di ricerca Google del 1999
Buongiorno,
guardate, che comunità che siamo!
Internet, stupendo... ricordo 6 anni fa quando arrivò l'adsl in casa il vento di novità che portò. Tutto non è stato più lo stesso. Ogni minima stupidaggine la conosci perché ti basta domandarla a "google" che ti da una valanga di risposte sui temi più disparati.

Ormai siamo in grado di costruirci di tutto da soli con le guide online e i forum in cui fare domande... ma però, stiamo invecchiando!

Mi ricordo all'inizio tutti miei coetanei, si leggevano sempre nei forum messaggi incomprensibili scritti con abbreviazioni da sms... ma ora? Ora internet è invecchiato, o è maturato, o è diventato grande... come preferite!

Fatto sta che se qualche anno fa spesso bisognava porre una domanda per avere una risposta ora moltissime domande già sono state fatte da altri. E in più? E in più la nuova attenzione che dobbiamo avere è di controllare la data, proprio perché all'inizio della mia esperienza di navigazione tutto ciò che si trovava si riferiva a discussioni in forum di poco tempo prima, e ora?

E ora ormai le domande sono anche del 2007-2006 e 2005... all'ora erano domande "fresche", o addirittura discussioni in cui ancora si interveniva, adesso invece sono chiuse e vecchie e ormai storia!

Ciò crea due inconvenienti però... 1, le risposte potrebbero essere superate dagli eventi e dall'esperienza.

Due, ed è la cosa che mi fa imbestialire, eventuali risposte a cui gli utenti di allora sono giunti erroneamente sembrano vere e c'è gente che sbaglia prendendole per buone! Le discussioni sono chiuse e chi sa non può intervenire più e così quelle pagine indicizzate per bene perché vecchie e molto visitate compaiono per prime nei risultati di ricerca con i loro imbarazzanti errori!

Essì cari amici diventati grandi insieme con internet... dobbiamo smuovere la rete dalla robaccia vecchia e dare un aggiornamento a quelle vecchie discussioni!

Però è interessante come fenomeno sociale... la comunità virtuale "cresciuta" e "invecchiata". 

Quanto è passato da quel forum di "ludus" in cui i moderatori controllavano ogni mex e ci volevano quasi 5 ore se non di più per vedere pubblicato un messaggio postato.

E poi l'era di forum free... e poi msn... poi netlog...

e infine lui, la rivoluzione dopo la quale tutto non fu più come prima... FACCIA DA LIBRO (facebook).

Bello, BRUTTO? Bah, a chi piace...

fatto sta che internet è invecchiato e sta invecchiando con noi, e sempre maggiore attenzione e consapevolezza ci vuole da parte di chi si affida alla rete per trovare risposte!

Confrontare sempre più siti e cercare sempre la "fonte", cioè chi e in base ha cosa ha scritto determinate cose.

Buona giornata, e buon week-end,
Luca Zecca

martedì 10 maggio 2011

Mu'ammar Gheddafi è morto : ucciso durante un raid NATO

Buongiorno,
quella del titolo (Che Gheddafi è stato ucciso durante un raid NATO) è la notizia che non vorremmo leggere mai. O per lo meno, che io non vorrei leggere mai. E non perché difenda quell'uomo o perché mi stia simpatico. Un orrendo dittatore guerrafondaio illiberale e massacra innocenti resta. Ma libertà e giustizia non sono diritti relativi che a volte si applicano e a volte no a seconda degli interessi economici in campo.

Muʿammar Abū Minyar ʿAbd al-Salām al-Qadhdhāfī è un leader sanguinario che ha preso il potere con la forza, ma è comunque sostenuto da una parte della popolazione. Non mi interessano quali che siano i motivi per cui è sostenuto, ma la libertà non è relativa a un solo pensiero politico. Libero non è solo l'oppositore alla dittatura, libero è anche chi sostiene la dittatura. Perché è libero di farlo, perché ognuno è libero di pensarla sbagliata.

Certo, poi va in contro a delle conseguenze, ma uccidere Muammar Gheddafi per porre fine alla dittatura non è secondo me la scelta giusta.

Non è la scelta giusta anche perché la Francia ha riconosciuto il governo rivoluzionario, formato da due ministri del regime di Gheddafi, tra cui il ministro della giustizia.

Se Gheddafi e il suo regime hanno fatto così male, perchè accettare nel "nuovo ordine" del paese due suoi ex mistri sapendo che uno di questi si è macchiato di crimini orrendi?

Non è forse che per seguire la nuova guerra per la spartizione delle risorse energetiche mondiali francesi stiamo finendo per offuscare la nostra capacità di giudizio e di discernimento in merito a questioni di interesse planetario e che interesseranno il futuro delle superpotenze?

Abbiamo già ucciso un figlio, la moglie di lui e tre nipotini di Gheddafi... è questa la differenza tra noi e il partito Nazionalsocialista dei lavoratori? Aveva forse ragione Gheddafi a definire la NATO come un guruppo di nazisti? Effettivamente stiamo creando "danni collaterali" solo per assecondare gli interessi espansionistici francesi. Infatti, quando vengono colpiti ribelli, ospedali e civili in genere la NATO spiega che sono i danni collaterali. Certo, lo sappiamo cosa sono i danni collaterali, ma normalmente ci sono in guerra! Noi siamo lì per proteggere i civili, non per invadere la Libia!

Io non do giudizi, ma non credo che questa sia una guerra per i diritti dell'uomo. Il cieco pacifismo moderno ha portato all'abolizione della dichiarazione di guerra, ma non all'abolizione della guerra.

L'Italia è in guerra. La Francia è in guerra. L'occidente e la NATO sono in guerra.

Non c'è nulla da fare. Noi compiamo quotidianamente ingerenze militari in uno stato sovrano nella pretesa difesa di una fazione.

Non sappiamo le loro ragioni. Non sappiamo esattamente chi sono i loro capi (due dei quali però, certamente, ex ministri di un regime definito "sanguinario"). Non sappiamo che vogliono. Non sappiamo dove vogliono portare il paese.

Sganciando bombe già sapendo che la guerra finirà il giorno in cui la Libia sarà spezzata in due così da permettere alla Francia di mettere le mani sulla parte orientale oppure quando Gheddafi morirà e la Libia intera cadrà sotto la "protezione" francese.

Noi, italiani, come popolo e nazione stiamo svendendo i nostri ideali e i nostri interessi ai "vigliacchi mangia formaggio".

No signori, la morte di Gheddafi non è la strada giusta da ricercare. Non lo era ieri e non lo è oggi. Perché se lui deve essere messo a morte, io oggi qui dichiaro che allora a morte devono essere messi i responsabili che stanno distruggendo la cultura e la storia dei Nativi Americani, dei Nativi Australiani e degli Africani. A questi ultimi rubiamo terre fertili per piantare tabacco e cotone.

Se allora Gheddafi muore che muoiano anche i responsabili dell'abbattimento dei cuccioli di foca, delle balene e degli squali (ho scoperto che le pinne di questi ultimi non vengono tagliate perchè la zuppa di squalo è a base della loro pinna, ma solo perchè la pinna fa da ornamento... e poi vogliamo dire che nel mondo siamo tutti uguali tutti giusti e tutti da difendere? Che non esistono persone piùù cattive, più ottuse o più ingrate?).

Se dobbiamo vedere la Siria, la Birmania e gli altri stati che stanno venendo fatti a pezzi da regimi sanguinari. Anche loro, forse, non meritano la morte come Gheddafi se quest'ultimo per la NATO la merita?

Invito tutti gli uomini liberi e di buona volontà a riflettere sull'opportunità di ribellarci contro questa politica che ci sta mandando in malora con alleanze assurde e decisioni cieche in politica estera. Questa politica che sempre più assomiglia a un tatrino pietoso.

Sempre libero, sempre qui,
Luca Zecca

martedì 3 maggio 2011

Catena di Sant'Antonio con oggetto peteivan@hotmail.com... è una bufala!

Il seguente messaggio è un messaggio bufala-catena di Sant'antonio che rende tanto più ridicolo il mittente quanto più è "professionale" il contesto in cui è inviata (classico esempio, grossista che la invia ai suoi clienti).

Ecco il testo:
"
Dì a tutti i contatti della tua lista, di non
accettare è il contattopeteivan@hotmail.com

nè un
video di Bush. IN REALTA’ si tratta di un hacker, formatta il computer, ti cancella i contatti e ti toglie la password alla posta
elettronica.
ATTENZIONE, se i tuoi contatti lo accettano, pure tu lo prenderai, così invia il messaggio urgentemente a tutti.

URGENTISSIMO!
PER FAVORE, INVIA QUESTO AVVISO A TUTTI I TUOI CONTATTI!!!
Nei prossimi giorni devi stare attento: Non aprire nessun messaggio con un allegato chiamato:
Invito, indipendentemente da chi te lo invia. E' un virus che BRUCIA tutto l'hard disk del computer.
Questo virus verrà da una persona conosciuta che ti aveva nei contatti. E' per questo che devi inviare questo messaggio ai tuoi contatti..
E' preferibile ricevere questo messaggio 25 volte che ricevere il virus e aprirlo. Se ricevi il messaggio chiamato:
Invito, anche se è inviato da un amico, non aprirlo e spegni subito il computer. E' il peggior virus annunciato dalla CNN.. 'Un nuovo virus è stato scoperto recentemente ed è stato classificato da Microsoft come il virus più distruttivo che sia MAI esistito. Questo virus è stato scoperto ieri pomeriggio dalla Mc Afee e non c'è rimedio contro questa classe di virus. Questo virus distrugge semplicemente il Settore Zero dell'Hard Disk, dove le informazioni vitali della sua funzione vengono conservate.
INVIA QUESTA E-MAIL A CHI CONOSCI. COPIA QUESTO TESTO E INVIALO A TUTTI I TUOI AMICI.
RICORDA: SE LO INVII A LORO, BENEFICI TUTTI.



Le informazioni contenute in questo messaggio di posta elettronica sono riservate
e confidenziali e ne e' vietata la diffusione in qualsiasi modo o forma.
Qualora Lei non fosse la persona destinataria del presente messaggio,
La invitiamo a non diffonderlo e ad eliminarlo, dandone gentilmente
comunicazione al mittente.

The information included in this e-mail and any attachments are confidential
and may also be privileged. If you are not the correct recipient, you are
kindly requested to notify the sender immediately, to cancel it and not to
disclose the contents to any other person. "

Diffidate sempre in queste situazioni e ricordatevi che una ricerca in google non guasta mai.

Buona serata, 
Luca

lunedì 2 maggio 2011

Osama Bin Laden è morto! Ma giocava ancora un qualche ruolo nel terrorismo globale?

Buongiorno,
è di oggi la notizia che Osama Bin Laden è stato ucciso e seppellito in mare.

Ma la domanda è... Bin Laden era ancora il simbolo di qualcosa? Un simbolo così potente mediaticamente che la sua sola uccisione avrebbe portato a un diverso epilogo nella lotta al terrorismo islamico?

Io credo di no... io non credo infatti che uccidere Bin Laden oggi sia equivalso a un'ipotetica uccisione di Hitler nel 1940 o a un'ipotetica uccisione di Mussolini nel 1938.


Ormai il terrorismo si è evoluto in una miriade di cellule che rispondono solo a loro stesse e ai loro ideali e che da Al-Qaida ricevono solo denaro e addestramento.


Dico "solo", perché se da Al-Qaida avessero ricevuto la forza carismatica del "Lader BinLaden" allora forse un colpo decisivo l'avrebbero ricevuto, ma dato che ricevono solo denaro e addestramento, cose che chiunque altro di buone capacità gli può dare al posto del defunto Bin Laden, capite bene che siamo a punto e a capo.


Questa uccisione è servita solo a far avverare le promesse di George Bush che disse "cattureremo Bin Laden vivo, o morto".


Con questo non voglio né difendere il personaggio ne la sua causa né denunciare gli Americani per ciò che hanno fatto. 


Dico solo che tanto entusiasmo è quanto meno inutile e anzi proprio adesso bisogna alzare ancora di più il livello di guardia.


Non sono i grandi eventi (matrimonio reale di William e Cate, Beatificazione di Giovanni Paolo II Papa, festa del 1° maggio, etc.) il rischio (hanno sì un rischio, ma intrinseco, dovuto al grande numero di persone che radunano), ma bensì la quotidianità.


Il martedì mattina qualunque con la gente che va a lavoro e i bambini che si recano a scuola. 


Vigili sempre.


Buona giornata,
Luca Zecca

domenica 1 maggio 2011

Berlusconi dormiva durante la beatificazione di Wojtyla

Silvio Berlusconi che riposa beato
Buongiorno,
chiunque avrà visto la diretta della beatificazione di Giovanni Paolo II non si sarà perso di sicuro i saluti del Papa all'inizio dell'omelia verso i presenti "Capi di stato compresi"... e fù così che la telecamera (in HD) della rai andò ad indugiare (alle 11.15 circa) sulla tribuna dei capi di stato e delle rappresentanze, dove......... Silvio Berlusconi stava chiaramente facendo un riposino!!!

Io chiaramente non so da quanto andava avanti la sua gita tra le Braccia di Morfeo... quindi magari la Beatificazione l'ha seguita, ma l'omelia di Papa Benedetto invece se l'è sentita dormendo!

Ragionevolmente, ma bisogna dormire in un occasione del genere? Ecco perché Berlusconi non è stato invitato al matrimonio di William e Cate... il Re novantenne ha seguito tutta la celebrazione e Berlusconi si sarebbe addormentato profondamente! Alla faccia degli scommettitori... beh, ormai è chiaro che gli inglesi danno il pisolino di Berlusconi nelle occasioni pubbliche a 1:10000 o al massimo a 2:3000.

Forse sarebbe ora di un cambio nella classe politica di questo paese buona solo a ostacolarci nella ricerca della felicità... a dirci di fare prestiti o mutui così che per onorarli siamo costretti a lavorare in maniera che il denaro abbia sempre la centralità rispetto a tutto quale unico mezzo per uscire dai guai e per avere delle gioie.

Questa classe politica che distrugge l'ambiente, bombarda i nostri fratelli e distrugge ogni sogno più profondo.

E qui non si parla di destra o sinistra, ma di vecchio e nuovo. Via gli anziani poltici e si alle giovani classi emergenti. Dai diciotto anni ai quaranta.

Buona domenica a tutti,
Luca Zecca