OCCASIONI per i visitatori:



-----> LINK UTILI <-----

La nostra PAGINA FACEBOOK
La mia pagina su PENSIERI e PAROLE.it
Il mio album su FLICKR

sabato 19 febbraio 2011

Meglio laser o getto di inchiostro?

Parto con il dirvi che onestamente non c'è un meglio e un peggio in senso assoluto: ci sono delle caratteristiche da tenere ben in mente per fare una scelta corretta in base alle proprie esigenze!




STAMPANTE A GETTO D'INCHIOSTRO (InkJet)



il "colore" è un liquido contenuto in una cartuccia, che collegata a una guida scorre a destra e a sinistra sul foglio rilasciando l'inchiostro a microgocce attraverso degli ugelli.

PRO

  • qualità di stampa molto elevata. Possibilità di stampare in "qualità fotografica";
  • si può tenere la stampante molto vicina al posto di lavoro perché non vengono disperse sostanze nocive;
  • bassissimo costo iniziale (le Inkjet costano davvero poco).

CONTRO

  • le cartucce costano davvero tanto e rendono poco rispetto alle laser;
  • bisogna stampare almeno una volta ogni due settimane per non rischiare che l'inchiostro che rimane sugli ugelli secchi, non permettendo così più una stampa ottimale; o peggio, arrivando anche a non far proprio più stampare;
  • dicono che le stampe effettuate con questo sistema siano meno resistenti nel tempo rispetto alla laser.


STAMPANTE LASER (LaserJet)




con questa stampante non abbiamo "inchiostro" liquido, ma toner (una finissima polvere colorata). Quando lanciamo una stampa un "laser" carica elettrostaticamente un rullo con la "figura" (caratteri o altro) che vanno stampati, il toner si attacca al rullo ma poi quando il foglio di carta va a contatto con il rullo stesso il toner vi si deposita sopra. A questo punto una specie di "fornelletto" scalda il toner legandolo definitivamente alla carta.

PRO

  • il rapporto prezzo toner/pagine stampate è davvero molto vantaggioso, non per niente è preferita negli uffici;
  • ormai il costo della stampante inizia ad abbassarsi anche per quelle a colori, diventando così una valida alternativa domestica alla getto d'inchiostro.

CONTRO

  • consuma circa 100 Watt in più rispetto alla getto d'inchiostro di "pari" categoria (nel senso che è chiaro che una laser fatta ad armadietto con tre cassetti e stampa in A3 consuma di più di una getto, intendevo dire che consuma 100 Watt in più a parità di categoria, cioè classica A4 da casa);
  • ormai è noto che il toner FA MALE; non perché in fase di stampa vengano rilasciate sostanze cancerogene di per loro, ma perché essendo "finissime" le particelle tendono a creare problemi perché respirate; ciò significa che NON SI DOVREBBE POSIZIONARE UNA STAMPANTE LASER SULLA SCRIVANIA COME SI FA CON LA GETTO D'INCHIOSTRO;
  • la qualità di stampa è molto più bassa; ci si scorda la qualità fotografica e spessissimo la resa cromatica non è corretta;
  • se si stampa molto a colori l'economicità è molto inferiore rispetto alla stampa in bianco e nero.

Queste sono le caratteristiche, i pregi e i difetti... io avendo la stampante esattamente a due spanne e per di più su una mensolina per cui proprio all'altezza della faccia, beh, vado avanti con la ma mia Hp Photosmart a getto d'inchiostro!

@Tosevita
Posta un commento