OCCASIONI per i visitatori:



-----> LINK UTILI <-----

La nostra PAGINA FACEBOOK
La mia pagina su PENSIERI e PAROLE.it
Il mio album su FLICKR

mercoledì 17 novembre 2010

Curiosità sulla religione... lo spunto è una domanda da answers! (l'apocalisse è una metafora?)

Buongiorno,
come promesso a gea Warrior of the World ecco la risposta completa alla domanda che ha posto su answers e che riporto, ma che comunque trovate cliccando sul testo:
_Convivo da 7 anni
_Ho un figlio
_Ho rapporti sessuali frequenti con il mio compagno e non a fini procreativi
_Ho un' antipatia profonda per questo papa
_Sono entrata in chiesa più volte in questi ultimi anni assistendo alla messa senza partecipare
_Cerco di proteggere mio figlio dalla comunità cattolica del mio paese
_Sono convinta che il dio della bibbia sia un despota mentre lucifero uno che non si sia voluto omologare e tacciato come diverso quindi cattivo
_Non uccido, non rubo, non mento ma gli altri 7 comandamenti non li condivido
Poi non saprei...penso possa bastare!!
"

Ed ecco la mia risposta completa:
"Vedi, tu sei ormai influenzata da anni di insegnamenti errati tramandati errati e riportati errati... da maestre, catechiste e purtroppo da parroci...

Ti faccio una lezione rapidissima di dottrina e capirai bene alla fine la risposta alla tua domanda senza che te la dico...

Allora...
l'antico testamento è scritto in linguaggio criptico e metaforico. In pratica ciò che tu leggi letteralmente è solo una metafora... Gli ebrei hanno potuto combattere battaglie con ventimila cavalieri che quasi nemmeno l'esercito romano imperiale annoverava tanti cavalli nelle sue legioni?

Io credo di no... la verità è che quella che nell'antico testamento viene descritta come una "battaglia" nella realtà dei fatti erano probabilmente due famiglie che si sono bastonate.

Dio che parlò... quella dei profeti è tutta un'interpretazione. Altrimenti scusa, come potrebbe un Dio che è Amore chiedere sacrifici umani?

Ci sarebbero delle grosse discrepanze.... la soluzione è semplice, l'antico testamento è la raccolta di racconti ORALI che nel tempo si sono MODIFICATI...

Sai i racconti francesi dei cantastorie? Ecco il principio è lo stesso... Ci sono varie storie sull'Orlando... e ognuna aggiunge o toglie dettagli a seconda di come i cantastorie l'hanno raccontata...

pensa a quante sfaccettature si trovano nella storia di Re Artù a seconda del regista che lo mette su pellicola!

Ma torniamo a noi... e non voglio banalizzare troppo... perché la Bibbia è sicuramente un racconto STORICO molto significativo per quel che riguarda l'antico testamento... ma non va preso ALLA LETTERA.

Ora, i comandamenti... ma Mosè è salito sul Monte Sinai a ricevere da Dio delle tavole su cui ha scritto nella pietra con un "dito di fuoco"?

Mah sì dai, è una metafora anche questa... sai cosa voleva dire chi l'ha scritto probabilmente?

Intendeva dire che NEI NOSTRI CUORI SONO SCRITTI I COMANDAMENTI... perché se tu non avessi letto sulla bibbia che non devi uccidere avresti ucciso? rubato?

Avresti pensato che fare del male agli altri con le menzogne è bello? Io credo di no...

E ora arriviamo ai Vangeli... lì puoi trovare la verità... perché Gesù con la sua parola HA CANCELLATO TUTTI I PRINCIPI DELL'ANTICO TESTAMENTO E HA PORTATO IL NUOVO E VERITIERO MESSAGGIO...

e tra questo cosa ci dice? Ci dice che lui non è venuto tra noi per CONDANNARE ma per SALVARE...

in sostanza quindi?

In sostanza quindi noi non verremo condannati da Dio alla nostra morte... ma noi stessi CI CONDANNIAMO O CI SALVIAMO DA SOLI...

Dio guarderà la nostra coscienza e lì vedrà come siamo stati in vita... gli atei che commettono buone opere saranno salvati? Ma certo... chi commette un'azione cattiva pensando SINCERAMENTE IN COSCIENZA di fare del bene sarà condannato? Ma certo che no... e se uno commette male sapendo di fare male? Sarà condannato... ma non sarà condannato perché è scritto nei comandamenti, ma perché la sua stessa coscienza gli suggeriva che stava facendo male ma non l'ha ascoltata per guadagno o opportunismo...

Attenzione quindi... l'antico testamento va interpretato come l'apocalisse...

Eh sì, perché anche l'apocalisse è stata scritta con linguaggio metaforico... San Pietro voleva mandare nel cuore dell'Impero Romano il messaggio di Gesù senza che fossero però messi in pericolo i primi cristiani perseguitati, e quindi decise di usare un linguaggio comprensibile ai cristiani che conoscevano il linguaggio dell'antico testamento e non ai romani...

L'APOCALISSE NON E' IL RACCONTO DELLA FINE DEL MONDO, MA IL RACCONTO DELLA NASCITA, DELLA MORTE E DELLA RESSUREZIONE DI GESU'; IL TUTTO SCRITTO CON UN LINGUAGGIO DETTO "VECEROTESTAMENTARIO"... in pratica con il linguaggio dell'antico testamento, e quindi, metaforico...

Nell'apocalisse chi può essere, se ci fai caso, la donna adornata di stelle a cui la bestia tenta di rubare il figlio? Chiaramente Maria, e la bestia è Nerone che tentò di uccidere Gesù... cos'è la nuova Gerusalemme d'oro adornata per il Signore? E' la nostra anima che raccogliendo il messaggio di Gesù si purifica per quando moriremo e torneremo a Dio..

Il mondo deve finire per forza, il sole si spegnerà prima o poi o succederà qualcosa, quindi non serve che Dio ci faccia finire... in sostanza per fine del mondo nell'apocalisse si intende la morte di ognuno di noi. Prova a pensarci, per una persona che muore, non è come se "finisse il mondo"?

Ecco... so che è difficile da capire perché sono cose che si sentono dire poco, ma non pensare che sono di una religione strana... io sono Cristiano Cattolico e questo è il pensiero della Chiesa... che purtroppo non viene mai raccontato per intero e per bene. Io ho avuto la fortuna di aver avuto per cinque anni alle superiore un signor Professore di Religione.

E lui queste cose ce le spiegava...

Spero di non averti annoiata oltre ogni limite, e spero che ti saprai dare una risposta alla tua domanda... ciao!


p.s. il discorso del vecchio testamento chiaramente non si applica ai vangeli =) infatti si parla di linguaggio del "nuovo testamento" e "linguaggio veterotestamentario". Ciao!"

Nella speranza di aver dato qualche spunto di riflessione, buona serata.
Luca Zecca
Posta un commento