OCCASIONI per i visitatori:



-----> LINK UTILI <-----

La nostra PAGINA FACEBOOK
La mia pagina su PENSIERI e PAROLE.it
Il mio album su FLICKR

lunedì 28 dicembre 2009

Da Beppe Scienza una lezione su come finirà in nostro TFR (blog di Beppe Grillo)

Buongiorno,
ecco un'interessante lezione di Beppe Scienza dal blog di Beppe Grillo, che come me, consiglia di non investire il proprio tfr in fondi pensione!!!

http://www.beppegrillo.it/2009/12/tfr_sotto_attac.html

Ecco Beppe Scienza cosa dice nel blog di Beppe Grillo:

"
L’ultima novità sul TFR ha suscitato molto sdegno, anche se in effetti non è la cosa più grave. La novità è che la Legge Finanziaria per il 2010 utilizzerà quei soldi che le aziende, anziché tenerli loro a fronte del TFR dei loro dipendenti, hanno dato all’Inps non è la cosa più grave, in quanto non tocca veramente la situazione dei lavoratori; purtroppo sono altre le cose che toccano o toccheranno o minacciano di toccare la situazione dei lavoratori.
La riforma bipartisan del TFR, decisa prima da Maroni e Tremonti con il governo Berlusconi e poi anticipata di un anno dal governo Prodi, è stata uno dei tiri più mancini tirati ai lavoratori italiani negli ultimi decenni.
Il vero inganno, il vero imbroglio, la vera falsità che viene diffusa dai vari economisti di regime è un’altra, ed è la base del discorso con cui si vuole convincere la gente a aderire alla previdenza integrativa e è questo discorso. Le pensioni saranno basse e quindi non sufficienti, per integrarle bisogna trasferire il TFR ai fondi pensione: bene, questa è una falsità bella e buona! Può anche darsi che le pensioni saranno basse, anche se è difficile prevedere tra 40 anni come saranno le pensioni, prevedere a distanza di 40 anni come saranno le pensioni, come saranno gli stipendi, come saranno i prezzi è praticamente impossibile. Ma anche se fosse vero che saranno basse, è falso che per avere una rendita aggiuntiva bisogna trasferire il TFR ai fondi pensione o a altri prodotti assicurativi: no, uno si tiene il TFR e, quando incassa la liquidazione, se vuole utilizza questa cifra per avere una pensione integrativa e, se quella cifra è più alta di quanto è rimasto invece a quel poveraccio che ha aderito a un fondo pensione, chi non ha aderito avrà una pensione integrativa più alta di chi ha aderito.
Ci sono dei campioni, nella non nobile arte di prendere in giro i lavoratori italiani che raccontano loro delle cose addirittura ridicole; prendo un esempio concreto, uno di questi campioni si chiama Marco Lo Conte ed è un giornalista de Il Sole 24 Ore, il bollettino quotidiano della Confindustria, in cui lui dice - cito da sabato 24 ottobre 2009 a pagina 4 di Plus24, il supplemento - che: “per chi non aderisce alla previdenza integrativa c’è la certezza roulotte, cioè la certezza di trovarsi, in vecchiaia, a vivere in una roulotte senza neanche il cibo per i gatti” e questo riguarderebbe 18 milioni tra i 23 milioni di italiani lavoratori dipendenti. Beh, dire che chi non aderisce alla previdenza integrativa è certo di finire a vivere in roulotte mostra soltanto che a Il Sole 24 Ore manca il senso del ridicolo.
Con il 2010 dovrebbero arrivare a tutti i lavoratori dipendenti delle buste, pare di colore arancione, ma l’aspetto cromatico è irrilevante, in cui si dice loro quale sarà presumibilmente la loro pensione. Il fine di queste buste arancioni è spaventare i lavoratori e indurli, spingerli a cosa? Ai fondi pensione o a altri prodotti assicurativi. Ecco, questo è quello che una persona prudente proprio non deve fare.
Dare i propri soldi ai fondi pensione vuole dire correre due rischi che con il TFR non si corrono: il primo rischio - e si è visto bene nel 2008 - è che un crack di mercati finanziari faccia scendere di valore quello che uno ha messo da parte; qui non si tratta di fallimenti, i fondi pensione non falliscono, anche i fondi comuni non falliscono, però possono perdere il 90% senza fallire. L’altro rischio che c’è è che riparta l’inflazione.
Quello che è sicuro è che, di fronte a entrambi questi due rischi, un crack dei mercati finanziari e il ripartire dell’inflazione, che magari possono anche capitare entrambi insieme, perché a volte le brutte notizie vengono insieme, chi si tiene il TFR è tranquillo, perché il valore del TFR non dipende dai mercati finanziari e, se viene l’inflazione, il TFR segue in maniera eccellente l’inflazione.
Ora, il ministro Sacconi ha più volte anticipato che: “si farà partire un nuovo periodo di silenzio /assenso”, cioè altri sei mesi in cui, automaticamente, se uno decide di no, i suoi soldi vanno nei fondi pensione.
Il TFR va bene per i lavoratori, va abbastanza bene per i lavoratori, va abbastanza bene per le aziende, però non fa guadagnare i banchieri, perché i lavoratori prendono i soldi dalle aziende e la banca non si mette in mezzo a fare la sua cresta; non fa guadagnare gli assicuratori, che non sono assolutamente nel gioco, non va guadagnare i gestori di fondi perché non gestiscono niente, non fa guadagnare i sindacati, perché non hanno a da mettere i loro uomini, come invece li mettono, nei fondi pensione per la gestione dell’amministrazione, non fa guadagnare i funzionari della Confindustria e delle altre organizzazioni del patronato, che invece nei fondi pensione mettono anche loro i propri uomini, non fa guadagnare i docenti universitari, non fa guadagnare gli economisti, perché il TFR va avanti per conto suo e gli economisti non possono fare consulenze, non possono essere nei consigli di amministrazione dei fondi pensione, non possono guadagnarci sopra. Insomma, il TFR è una cosa che va bene soltanto ai lavoratori e alle aziende, non fa guadagnare gli altri e gli altri hanno cercato di distruggerlo. Per fortuna non ci sono ancora riusciti! "


Meditate gente quando dovrete scegliere dove mettere il vostro TFR,
buonasera,
Luca Zecca

domenica 27 dicembre 2009

Buon Natale e felice 2010

Buonasera,
a tutti i lettori il mio augurio più sincero di passare un buon natale con i propri cari e un felice anno nuovo. Ricco di soddisfazioni personali e lavorative.

Buone feste,
Luca Zecca

martedì 22 dicembre 2009

Applicativi per cellulari come " The end: scopri la tua fine " e " scopri il tuo quoziente di intelligenza " ... ecco cosa c'è scritto in piccolo

Buonasera,
spesso vi capiterà di vedere in facebook o altri siti banner pubblicitari che ad esempio vi fanno fare un test di intelligenza per calcolare il vostro quoziente intellettivo oppure vi fanno scrivere dei dati per indicarvi la data della vostra morte.

Ebbene, quando alla fine vi chiedono il numero di cellulare (e prima ancora l'operatore, ma finche date solo quello siete salvi, è se confermate il numero di cellulare che inizia tutto), ecco cosa c'è scritto in basso nella scheramata solitamente:


"
    * La Fine

LUCA

1990

20XX

Il tuo numero di cellulare SERVIZIO IN ABBONAMENTO

Cliccando su INVIA accetto l'Info Privacy. Servizio in abbonamento.

Servizio in abbonamento riservato a maggiorenni. Prima di scaricare il contenuto verifica la compatibilità del tuo telefonino. Richiedendo il primo contenuto attivi abbonamento Tokito Club al costo di 5 euro (IVA inclusa) a settimana + eventuale costo del traffico WAP stabilito dal proprio operatore telefonico per scaricare i contenuti. Con Tokito Club riceverai il contenuto Top della settimana direttamente sul tuo cellulare e avrai 5 crediti per scaricare i tuoi contenuti preferiti dal portale web www.tokito.it o dal catalogo WAP Tokito Club. In più i nuovi iscritti potranno vincere ogni giorno una ricarica telefonica o un buono d’acquisto da 100 euro e restando iscritti parteciperanno all’estrazione finale di e 3 ricariche telefoniche o buoni d’acquisto (importi 300/500/1000) e di un buono di acquisto per un valore totale di 5.000 euro. Costo degli SMS inviati dall’Italia al 48483: TIM e WIND 12,4 centesimi IVA inclusa (50 centesimi IVA inclusa dall'estero per WIND). Vodafone e 3: quello previsto dal proprio piano telefonico. Servizio realizzato da Buongiorno SpA in collaborazione con Tim , Vodafone, Wind e 3 per i rispettivi clienti. Per info contatta il servizio clienti 0521/533156 di Buongiorno, attivo tutti i giorni dalle 9.00 alle 21.00. Per disattivare il servizio Tokito Club invia un SMS con il testo TOKITOCLUB STOP al 48483. Il concorso è valido fino alle 12,59’,59’’ del giorno 28 gennaio 2010. Montepremi complessivo 13.500 euro (IVA inclusa) Regolamento su www.buongiorno.it. Licenza SIAE n. 31/RT/07-127. © 2009 BUONGIORNO S.p.A. Tutti i diritti riservati. Condizioni generali - Info privacy - FAQ e contatti - Modelli compatibili - Info e costi

"
 
Non l'ho scritto per insinuare qualcosa, ma solo per comodita, metti che qualcuno è distratto o ci vede poco da vicino! Così almeno, per chiarezza, sa a cosa va incontro.

La scelta libera e consapevole è la scelta giusta, al di là di quale sia!

Buona serata,

Luca Zecca

giovedì 17 dicembre 2009

Le modalità di arresto dell'assessore Prosperini sono una vergogna. L'Italia è messa esattamente come uno stato terzamondista con giunte militari

Buonasera,
scrivo stasera per contestare le modalità che hanno portato all'arresto dell'assessore regionale alla sanità e allo sport della Regione Lombardia, Piergianni Prosperini.

Al di là del commento politico che si può fare su Prosperini (leghista della prima ora, poi militante in AN e infine approdato al PDL, che può piacere o meno per i suoi modi diretti e non sembre garbati, ma che colpivano al nocciolo dei problemi), non si può essere tranquilli per un paese in cui i giornali lanciano la notizia dell'arresto di una persona prima che la stessa abbia anche solo visto le manette.

Come si sono svolti i fatti?

Mentre lo stimato (almeno da me, per la sua trasparenza, serietà, intelligenza e voglia di fare) Roberto Poletti (giornalista ed ex onorevole) conduce la trasmissione su antenna 3, " Forte & Chiaro ", legge sulle agenzie di stampa che l'assessore Prosperini è stato arrestato. Essendo la chiamata in diretta punto centrale di tutte le trasmissioni di Poletti (sia con chiamate da parte della gente comune per commentare fatti e avvenimenti del giorno, o per raccontare storie personali) si entra in contatto con l'assessore che dice di essere ancora tranquillo a casa sua. E poi vabbè via di seguito tutto il resto che è stato descritto dai giornali.

Ma è la prima parte quella che a me interessa sottolineare per far riflettere. Prosperini è stato dato per arrestato dai giornali prima ancora che la guardia di finanza si presentasse a casa sua.

Qui gli scenari sono molti. Per esempio, e se lui fosse scappato? Si sarebbe secondo me prefigurato il reato di favoreggiamento, di fatto i giornali l'hanno avvisato. E se fossero andati ad arrestarlo? I giornali l'avrebbero calugnato.

Io non so se è colpevole o no Prosperini, al di là dei video su youtube, dei commenti della gente e di tutto. Ma se io fossi in voi, rifletterei sul fatto che in questo paese si può essere dati per arrestati prima ancora che abbiate le manette.

E l'informazione chi l'ha data?

Quella che segue è una frase di mia pura fantasia che non ha alcuna prova a suo sostegno, ma il saggio dice che "A pensar male si fa peccato, ma spesso ci si indovina": "Non è che per caso è stato arrestato per tangenti proprio da qualcuno che si è preso dai giornalisti dei soldi per fare uscire la notizia dell'arresto?".

Io lascio lì la domanda, non so e non commento. Magari qualcuno mi darà una risposta. Qualcuno ci darà una risposta.

Visto che io mi rifiuto di vivere in un paese che rispetta la libertà personale, la libertà di essere giudicato equamente e di potersi difendere fino a sentenza definitiva contraria come la rispetta uno stato del terzomondo guidato da una giunta militare.

Però sono cittadino italiano, e purtroppo continuerò sempre ad alzare la voce per farmi sentire nella speranza che prima o poi qualcuno senta e qualcosa cambi.

Ma mai smetterò di scrivere.

Buona serata,

Luca Zecca

martedì 15 dicembre 2009

Le mie citazioni con nome e cognome o con nickname

Buonasera,
faccio presente che oramai cito sempre con nome e cognome le frasi riportate, non facendo più generici rinvii.

Ebbene ho scelto di fare questo perchè se io leggo qualcosa in internet, non avendo poteri paranormali, vuol dire che chiunque altro può farlo. E se chiunque può vedere/leggere una cosa, significa che questa è pubblica.

Tutto questo per dire cosa? Che se una cosa è pubblica, chi la scrive se ne deve assumere la piena responsabilità (come d'altronde faccio io esprimendo opinioni e giudizi in questo blog), e se vedere il proprio nome e cognome scritto in internet crea problemi a qualcuno, beh, non dovete prendervela a male con chi vi cita, ma con voi stessi. Se infatti non volete rispondere davanti al pubblico di una cosa che avete scritto o fatto in internet, beh, allora non fatela.

Fino a prova contraria dunque, io d'ora in avanti continuerò a mettere il nickname di chi scrive certe cose in certi siti (come ho fatto qualche post fa sul caso Berlusconi), metterò il nome e cognome di chi fonda falsi gruppi su facebook (fondi un falso gruppo e poi non vuoi che il tuo nome venga citato quando si parla del tuo falso gruppo?) e gli indirizzi di posta elettronica di chi ancora si ostina a tentare con emal di phishing di rubare i dati e le password delle persone.

E' la mia battaglia personale e la porterò a vanti,
buona serata,
Luca Zecca

Tranquilli, facebook non sarà disattivato! Il gruppo è un falso!

Buonasera,
scrivo ancora per avvisarvi che il gruppo su facebook " ATTENZIONE : PROSSIMA DISATTIVAZIONE FACEBOOOK " è il solito gruppo burla, quindi è inutile che invitate tutti i vostri amici ed entrarci per scongiurare chissà quale chiusura.

In oltre ci sono anche altre cose falsissime ma che continuano a girare. Ecco i titoli e il "contentuto" spacciato dagli autori:

Titolo gruppo: " FUNZIONI NASCOSTE DI FACEBOOK "
Amministratori: "
"
Descizione: " >>>>>>> HAPPY TIME<<<<<<<
ALLE 24 DI OGNI SERA(ESCLUSA LA DOMENICA) RIAPRIREMO LA BACHECA AI PRIMI 10 INTERVENTI DAREMO SUBITO IL PROCEDIMENTO COMANDI. TEMPO MAX 1 ORA


ABBIAMO INOLTRATO OLTRE 50.000 POST!!!!
vuoi sapere tutti i segreti di facebook?


- Temi per personalizzare Facebook, il tuo proflilo colorato

- Pubblicità su Facebook

- Eliminare amici da Facebook

- l'opzione non mi piace per i link su Facebook

- ingrandire ogni foto della pagina senza aprirle

- sapere chi ti blocca o rifiuta una tua amicizia

- Video per Facebook

- foto divertenti per Facebook

- Come salvare i video di Facebook

- Come evitare i virus su Facebook

- Segnala Un Sito a Caso su Facebook

segui le seguenti istruzioni quando avrai soddisfatto tutte le procedure ti manderemo per via posta quì su facebook il procedimento

Ecco la procedura da seguire passo per passo:

1- Iscriviti al gruppo

2- Clicca su "Invita altri a iscriversi"

3- Seleziona tutti i tuoi amici e clicca su "Manda Inviti" (e' necessario che almeno 20 tuoi amici si iscrivano
al gruppo)



p.s. per il molto lavoro siamo stati costretti a chiudere la bacheca del gruppo ma riaprira' al piu' presto



ve lo consiglio!!!! "

Non esistono funzioni nascoste, state tranquilli. Non stressate la gente inviando gli inviti, infatti non si sbloccherà niente. Secondo voi perchè costoro vi chiedono di invitare tanta gente? Ma, come mai? Per fare del bene direbbero proprio a voi che esistono delle funzioni nascoste? E poi perchè nasconderle?
E basta, lasciamo in pace le persone.

Titolo gruppo: " Come attivare la nuova chat su Face (official 3.0 version) "
Amministratori: "
"
Descrizione: " Ringraziamo tutti per l'entusiasmo e per i complimenti per il nuovo servizio!! 80000 membri in 5 giorni!!!

E grazie agli oltre 100 promoter e utenti soddisfatti!!

Stiamo attivando il servizio in fase beta su richiesta.

Questa chat sarà attiva solo per gli utenti con ALMENO 250 amici.

Se hai almeno 250 amici ecco cosa devi fare per attivarla:

1 UNISCITI-AGGIUNGITI AL GRUPPO;

2 CLICCA SU "INVITA ALTRI AD ISCRIVERSI" SUL MENU DI SINISTRA;

3 SELEZIONA ALMENO 250 AMICI (FONDAMENTALE IN QUANTO VIENE RICONOSCIUTO CHI MANDA O NO GLI INVITI);

4 CLICCA SU: INVIA INVITO;

SE ALMENO 50 DEI VOSTRI AMICI ADERIRANNO AL GRUPPO, entro 72 verrete aggiunti alla lista di attesa per avere il link di invito per usare la chat aggiornata, ricca di nuove ed inedite funzionalità'!



______________________________________________


(DOPO CHILOMETRI DI SPAZIO, ndr)


Questo gruppo ha uno scopo puramente ludico e goliardico, come definito dalla categoria svago e non ha nessun rapporto ufficiale con facebook.
"

Ecco visto? Per lo meno questi autori (dopo aver messo molto spazio) hanno precisato lo scopo goliardico del gruppo. Quindi, evitiamo panico o altro. Lasciamo stare gli altri. Se vogliamo iscriverci per "divertirci" anche noi bene, ma non stressiamo la gente!!!

Buonaserata,
Luca Zecca

Download thunderbird 3.0 dal sito mozilla !

Buonasera,
finalmente è pronto per il download thunderbird 3.

Lo potrete scaricare in italiano a questo indirizzo: http://download.mozilla.org/?product=thunderbird-3.0&os=win&lang=it

Inoltre sono disponibili le note di versione purtroppo solo in inglese: http://www.mozillamessaging.com/en-US/thunderbird/3.0/releasenotes/

Attendiamo vivamente le prime recensioni e opinioni da parte degli utenti!

Intanto è consigliabile scaricarlo perchè la versione 1.5 non è più supportata e la versione 2.5 non lo sarà più a breve.

Come sempre un grazie alla mozilla foundation e a mozilla italia.

Buona serata,
Luca Zecca


p.s. colgo l'occasione per porgere una volta di più i miei personali auguri di pronta guarigione al Presidente del Consiglio dei Ministri, on. dt. cav. lav. Silvio Berlusconi

lunedì 14 dicembre 2009

Volete leggere cosa dicono in internet i sostenitori di tartaglia? Ecco i discorsi moderati, seri e responsabili di chi lo vorrebbe santo subito

Buongiorno,
leggete questo dialogo estrapolato da yahoo answers a QUESTO link:


▫FENK▫ ahahahah ):D iniza la discussione dicendo:

"Chi sta godendo come me questa sera?

io stimo massimo tartaglia! "

Ecco che allora partono le intelligentissime, argute e soprattutto ARGOMENTATE risposte:

Rosalia D dice: " iooooooooooo anche se un po' mi dispiace "

Doriana sta dalla parte di KIRA! continua in preda a un orgasmo: " MADONNA TARTAGLIA SANTO SUBITO "

Selvatica con la a continua con un quesito non ben comprensibile a chi non fa parte di questo gruppo di intellettuali: " aleeeooooooaleeeeooohoooo, sangue a parte, ma non l'ha ancora capito? "

Maelle D prosegue con un messaggio di cordoglio molto toccante: " Io godo godo, ma in maniera diversa "

♬ ρι¢¢σℓα яαρρєя ♬ propone un modo intelligente di spendere i soldi pubblici, la vorrei vedere a fare il ministro dell'economia dopo questo messaggio davvero maturo: " godooooooooooooooooo se mo meritaaaaaaaa.. bisogna eleggere un moumento a quell'uomo "

Ma che bravi! Davvero bella discussione! Talmente di qualità che mi verrebbe da dire semplicemente "Pora italia" (povera italia).

Così adesso avete un esempio di cosa vuol dire non avere rispetto per le persone e le istituzioni.
Buona giornata,
Luca Zecca


Vergogna e sdegno per coloro che vorrebbero Tartaglia santo subito

Buongiorno,
vorrei solo dire agli uomini di sinistra e a coloro che già parlano di "Tartaglia santo subito" e "Tartaglia sposami" (quest'ultima evidentemente una povera malata di mente) che forse questo sarebbe il momento giusto per tacere.
Siete vergognosi; quest'odio verso il presidente del consiglio infatti non va solo a suo discapito, ma anche a vostro. Un presidente del consiglio che viene colpito in maniera così brutale rappresenta la nazione colpita.

Il presidente del consiglio è una carica importantissima all'interno dello stato, e tutta la nazione, al di là della propria appartenenza politica, dovrebbe stringersi a proteggerlo.

E invece no, perchè fondamentalmente questa è una povera italia. Dove la libertà di parola viene confusa con la libertà di idiozia. Dove qualunque idiota che dice "se l'è cercata" oppure "anche lui è artefice dell'odio verso di lui" ottiene risalto e per un qualche motivo anche voti.

A cosa tutto questo? Per ottenere cosa?

Voi che tanto lo attaccate avete la pretesa di destituirlo con la forza per far poi cosa? Governare? Di pietro governerebbe con l'8%? Questa è la democrazia?

Cos'è diventato questo paese, il mecato delle vacche? Chi più urla ha più ragione?

Ma per piacere....

buona giornata,
e tanti auguri di buona guarigione Berlusconi,
nella speranza possa tornare presto a guidare questo paese.

Luca Zecca

sabato 5 dicembre 2009

Pubblicità su youtube prima di ogni video. Venti secondi ogni volta !!! Scandaloso

Buongiorno cari lettori,
vi scrivo oggi di una cosa che ha suscitato in me sdegno e vera tristezza. Tristezza perchè mi sento (e dovreste sentirvi, ndr) uno strumento inerme delle campagne pubblicitarie. Sdegnato, perchè come utente non è possibile che mi debba sorbire 20 secondi (e ripeto, venti secondi!!!) di pubblicità per vedere un video magari di 1 minuto.

La pubblicità prima dei video ritengo sia stata una grande invenzione in quei siti che permettono di vedere i film gratis. Infondo, cliccare su un banner pubblicitario in cambio di un film intero mi sembra cosa assai giusta e equilibrata. Ma dover vedere per ogni singolo video 20 secondi di filmato pubblicitario (e video brevissimi, non certo film interi!) mi sembra davvero troppo.

Vorrei chiedere di persona ai dirigenti di youtube se i vari banner pubblicitari già presenti non fossero sufficienti. O google forse vuole diventare la potenza economico finanziaria più influente del mondo? Beh, per quanto grande possa essere, si ricordino bene i signori amministratori che google è un motore di ricerca, e i suoi figli sono tutti software destinati a computer e macchinari elettrici. Ergo, stiano attenti che non venga in mente a qualcuno di premere l'interrutore della corrente.

Questo per dire cosa? Uno, che tentare di ingrossarsi come delle mucche pensando che più si è forte economicamente, più si ha peso politico, è sbagliato (vedi microsoft condannata dalla corte europea). Due, che far vedere a ogni utente continuamente pubblicità è davvero schifoso, passatemi l'infelice aggettivo.

In ultimo, i video tra l'altro hanno un volume molto alto rispetto agli "altri video" e sono davvero pessimi, ripetitivi e di fatto stupidi. La gazzetta (sua la pubblicità che in questo momento infesta youtube) a mio avviso trae più svantaggio che vantaggio da tale pubblicità. Io infatti, d'ora in poi, quando non strettamente necessario, avrò ben presente i disagi che mi sta creando il quotidiano sportivo rosa, e dunque ci penserò due volte prima di comprarlo (e anche quando necessario, farò in modo che tanto necessario più non lo sia).


Saluti signori/e. Buon week end.

Luca Zecca