OCCASIONI per i visitatori:



-----> LINK UTILI <-----

La nostra PAGINA FACEBOOK
La mia pagina su PENSIERI e PAROLE.it
Il mio album su FLICKR

mercoledì 13 maggio 2009

Giochi di guerre stellari : la mia recensione di Star Wars - L' impero in guerra

Età consigliata: 12+

Genere: Violenza

Tipo di gioco: Gioco strategico ambientato nell’universo di Star Wars

Parlato: Inglese

Sottotitoli: Italiano

Menù: Italiano

Gioco online: Si

Trama

Palpatine ha preso il potere, Vader ha cancellato gli Jedy dalla galassia facendosi sfuggire solo Obi-Wan Kenobi e Joda.I due bambini nati dall’unione di Anakin e Padme sono stati nascosti finchè non arriverà l’ora giusta, un’era più matura. Il principio ha inizio…

Potrete guidare la nascita della ribellione all’inizio stretta nella morsa di un troppo forte esercito del neo impero, erede dell’ Esercito dei Cloni; ma che via via aumenterà la sua forza e conterà sempre più eroi e unità nelle sue fila.

Oppure potrete assecondare e portare avanti il malefico progetto di dominio dell’imperatore, guidando l’esercito che conta sia piccoli Star Destroyer classe acclamator oppure colossali Star Destroyer Imperiali, che possono essere affrontati solo dai altrettanto grandi Incrociatori Mon Calamari (ho fatto tutti questi riferimenti uno dopo l’altro perché così, gli appassionati di Star Wars, possono già intendere in che grandioso gioco si stanno imbattendo…).

Tutto finisce nel modo che volete voi, alla fine o avrete piegato l’imperatore e ristabilito la repubblica, oppure avrete esteso il vostro dominio e piegato ogni forma di ribellione. A voi la scelta!

Grafica

La grafica è molto accurata perché il motore grafico (finalmente!) è stato creato da nuovo per questo gioco. E così sia le ambientazioni spaziali (anche se li si vede solo qualche effetto spaziale e sullo sfondo il pianeta in cui si è in orbita a combattere) che quelle terrestri sono molto nitide e dettagliate, in oltre le seconde sono arricchite con vari e lodevoli effetti metereologici; le prime con vari effetti spaziali (nubi,asteroidi e altro…).

Le unità logicamente rispecchiano in modo perfetto quelle viste nei film, anzi, gli star destroyer si ritrovano in classi che nei film non sono state viste, come la classe acclamator. Nulla è lasciato al caso e anche i vari spezzoni sono fatti bene e riportano a volte scene già viste nei film ma “ridisegnate” per facilitare il passaggio gioco-spezzone, spezzone-gioco.

Durante le battaglie (e anche nella mappa tattica dell’universo, anche se non serve a niente farlo) si puo’ ciccare su un pulsante che permette di vedere la battaglia con effetto cinema, con varie inquadrature automatiche che seguono lo svolgersi dell’azione come nei film (anche se a volte la telecamera va come vuole, e per trovare un’inquadratura decente bisogna schiacciare varie volte la barra spaziatrice).

Comunque alla fine di tutto il gioco risulta molto, molto buono, e sicuramente non dare l’9 sarebbe un affronto, contando però che i ragazzi di Lucas hanno fatto una cosa molto pregevole, cioè fare dettagli un po’ inferiori allo standard attuale per far girare con i dettagli al massimo questo gioco su un computer vecchio di 3 anni come il mio! Ed è per questo che ho deciso di dare il 9, forse non giustificato da un punto di vista puramente grafico, ma quante volte ci dobbiamo sorbire rallentamenti e giochi a scatti? Questa volta hanno pensato che il gioco non sarebbe andato a finire su mega computer marcati 2006, ma anche su computer più vecchi; e io credo, abbiano pensato bene…

Colonna sonora

Riproduce in modo encomiabile quella sentita nei vari film; quindi non c’è molto da dire, a parte il fatto che sottolinea molto bene i vari menù e le battaglie, oltre a dare come sempre quel tocco di Déjà Vu, che ci fa pensare di avere già sentito detta canzone, senza però ricordarci in quale trilogia o episodio.

Giocabilità

Alta, altissima. Il gioco è strutturato in maniera eccelsa; tant’ evvero che questo titolo è giocabile anche da chi è patito di guerre stellari, ma soffre gli strategici.

Le modalità comunque sono due, o scenario (con Ribellione o Impero e annessi e connessi) o conquista galattica.

Con la prima modalità eseguiremo in una “mappa galattica” una missione dopo l’altra seguendo però gli ordini che ci vengono dati dai superiori (conquista tale pianeta, uccidi tale eroe…), fino al raggiungimento della fine.

Con la seconda modalità, la vera chicca, potremo scegliere un universo con un certo numero di pianteti, con un certo numero di crediti iniziali, una certa difficoltà di gioco (comunque modificabile durante il gioco stesso) e uno dei due soliti schieramenti. Dopo di che ci ritroveremo nella mappa galattica con unità già schierate e pianeti già conquistati; noi dovremo estendere il dominio della nostra fazione a tutto l’universo! Poi da cartina a cartina ci possono essere altri obbiettivi che ci fanno vincere (distruzione morte nera, morte di Palpatine…). In oltre ci sono missioni “olocron” che ci fanno guadagnare crediti o “regali” (quali navi da battaglia, unità di terra o altro).

Le conquiste, in tutti e due i casi, si svolgono in due modi (e anche la difesa); una battaglia spaziale per avere accesso all’orbita del pianeta, e in seguito una terrestre per conquistarlo definitivamente. A seconda degli “slot” (che variano da pianeta a pianteta) sulla superfice dello stesso potremo costruire edifici di produzione (caserme, fabbriche leggere…) o di difesa (generatore degli scudi, torrette turbolaser…); anche se, durante la battaglia rts sia nello spazio (più raramente) che sulla “terra” (sempre) potremo trovare delle “piattaforme di costruzione” che se conquistate (basta tenerci di fianco un’incrociatore nello spazio, o SOLO unità di fanteria o eroi appiedati sulla terra) ci permettono di costruire o torrette anti fanteria, anti carro, moduli di riparazione veicoli…

Durante le battaglie sarà possibile farsi arrivare rinforzi sempre che non si superi il limite massimo di unità, ma che dovranno atterrare nelle zone di atterraggio che si possono conquistare nello stesso modo delle piattaforme di costruzione (nelle battaglie spaziali possono arrivare dove vogliono i rinforzi, basta che sia scoperto dalla “nebbia di guerra” il punto in cui si vuole farle arrivare).

Ultimo punto degno di lode, anche se non ultimo come importanza, è il fatto che nelle navi più grandi si possa scegliere di colpire solo il generatore degli scudi, solo i turbolaser, solo i motori e così via. In oltre bisogna ricordate che gli Star Destroyer di qualunque classe producono caccia e bombardieri in automatico come supporto alla battaglia (per questo noi direttamente non possiamo costruirne sulla mappa galattica), mentre quelli ribelli no, e per questo dovranno iniziare le battaglie già “armati” di tutto.

Multi giocatore

Sarà possibile giocare delle battaglie (addio mappa tattica…) fino in otto giocatori in internet (ma anche il lan è possibile giocare).

Oppure di fare una campagna online con possiblità di salvare contro un altro giocatore su una mappa tattica.

Gioco online

La battaglia di fatto è una battaglia terreste o spaziale su di un pianeta come durante il single player.

La campagna allo stesso modo è una serie di conquiste spaziali e terrestri contro un giocatore on line con possiblità di salvare

Longetività

Il gioco single player di per sé è lunghissimo e vi terra incollati davanti al PC per ore e ore; se poi aggiungiamo la parte multiplayer il gioco è infinito!

Commento

Dopo molte prove, mezzi giochi, giochi con motori grafici “altrui” (star wars battleground) e altro, lo strategico di Guerre Stellari è arrivato. I ragazzi di Petroglyph hanno fatto per la Lucas un lavoro lodevole e veramente impensabile alla vigilia dell’annuncio di un ennesimo titolo sull’universo di Star Wars.

Complimenti ragazzi! Complimenti per il motore grafico, bello e ricco ma che non ci ammazza il computer; complimenti per l’ introduzione di battaglie spaziali RTS; complimenti per le stupende meccaniche di gioco quale la possibilità di colpire determinati punti delle navi. Complimenti per il tempo narrativo, a cavallo tra episodio III° e episodio IV°. Grazie per molte altre cose che messe insieme ci danno un titolo che a nessun appassionato di guerre stellari puo’ assolutamente mancare; ma forse, se fossi anche in quelli che non stravedono per guerre stellari, un pensierino ce lo farei…

Totale

Trama: 9 su 10

Grafica: 9 su 10

Colonna sonora: 8 su 10

Giocabilità: 9 su 10

Multi giocatore: 8 su 10

Longetività: 9 su 10

Voto finale: 9 su 10
Posta un commento